La favolosa pole position del sabato non è purtroppo servita a Valtteri Bottas per costruire una gara che invece è stata persa proprio allo start, come spiega subito a fine gara: «Ho avuto fin dall'inizio un problema con la frizione, che vibrava: sembrava che attaccasse e rilasciasse ad una frequenza molto alta. Così il mio scatto al via è stato scarso e sfortunatamente questo ha voluto dire che tutto il duro lavoro del weekend è andato perso fin dall'inizio, ma a volte è così. Siamo una squadra forte e esamineremo la causa del problema per assicurarci che non accada di nuovo in futuro», e in effetti sia Toto Wolff che Andrew Showlin hanno detto che la frizione sarà controllata il prima possibile.

Con questo secondo posto, che comunque confeziona un'ulteriore doppietta per Mercedes, Valtteri perde però la testa del campionato, tornata a Hamilton per 7 punti (che è poi proprio la differenza tra 1° e 2° posto) e lui commenta così la situazione: «Per me personalmente non è stato il migliore dei giorni, ma dal punto di vista della squadra è stato un weekend davvero buono. Congratulazioni a Lewis per la vittoria, oggi ha avuto un buon ritmo di gara. La squadra si sta esibendo ad un livello incredibile al momento; "hats off" per ogni singolo membro della squadra, sia a Brackley che Brixworth, ma anche qui in pista».

In ogni caso la sfida resta aperta, tra i due piloti Mercedes, e Bottas non sembra scoraggiato più di tanto, pur mettendo in guardia da imprevisti: «Non vedo l'ora di correre a Monaco: è una pista così unica e una sfida completamente diversa, quindi è difficile dire chi sarà la squadra più forte in circolazione». Il dubbio è: sarà la Ferrari oppure la Red Bull a poter contrastare la Mercedes sul classico circuito cittadino monegasco? Ammesso ci possa essere davvero una rivale per questa W10...