Si è tolto il peso di dosso di un punto in Formula 1 da mettere in bacheca. Antonio Giovinazzi ha capitalizzato in Austria una prestazione che, in pista, aveva già espresso su ottimi livelli in diverse occasioni.

Silverstone è circuito completamente diverso ma, con gli aggiornamenti Alfa Romeo introdotti in Francia, sul week end possono costruirsi progetti importanti. Fare l’abitudine alla zona punti sarebbe il primo passo per provare a ridurre le distanze da una McLaren attualmente riferimento per tutte le squadre di metà schieramento.

Il punto mi è costato un taglio di capelli, è stato per un buon motivo. Era una scommessa fatta con Fred (Vasseur; ndr) già dal Paul Ricard. Ha detto che mi avrebbe tagliato i capelli se avessi ottenuto i primi punti. È stato un bel week end perché siamo entrati in Q3 con entrambe le macchine, poi la top ten in gara.

Dobbiamo continuare così. Dal Paul Ricard abbiamo un’ottima macchina, ora portiamo altri aggiornamenti, speriamo di poter continuare su questa strada e ridurre il distacco dalla McLaren-Renault”, commenta Antonio.

Ha conosciuto Silverstone con Haas nel 2017 nelle libere 1 e nelle categorie minori, negli anni scorsi: “E’ una pista con grande storia, ed è bello che abbia rinnovato. Correrci con una F1 dev’essere una sensazione fantastica, non vedo l’ora di iniziare domani.

In passato ho fatto delle libere nel 2017, ho girato un po’ al simulatore, sarà però una storia e sensazioni del tutto diverse a salire in macchina, domani avremo tanto tempo per imparare, poi ci ho già corso in Formula 2 e Formula 3”.