La pioggia caduta sull’Hungaroring non ha permesso ai team di svolgere un lavoro di set up completo. Se, nel primo turno, quando le gocce sono cadute a intermittenza, Hamilton ha sfruttato le condizioni favorevoli per mettersi alle spalle Verstappen e Vettel, le condizioni climatiche del secondo turno hanno mandato a monte i programmi di tutti i team.

Red Bull è la Scuderia che ha capitalizzato al meglio i momenti di asciutto. Gasly ha firmato il miglior tempo del turno pomeridiano, 1:17.85", più veloce di 0:0.55” del compagno di squadra.

Entrambe le RB15 hanno messo il muso davanti alle Mercedes e hanno dimostrato di avere un buon bilanciamento sia sull’asciutto, sia sul bagnato. Ma con le previsioni meteo ancora incerte, è prevedibile immaginare che sabato la situazione sarà di difficile lettura: il terzo turno di libere sarà decisivo per la definizione degli assetti.

Cosa ha detto Gasly

“Siamo stati competitivi sia nelle libere 1, sia nelle libere 2 - Ha detto Gasly - sono contento della macchina, anche se abbiamo fatto pochi giri. Vedremo quale sarà l’obiettivo per domani. Credo che le Mercedes siano molto veloci, le Ferrari non hanno mostrato il loro passo reale, ma saranno lì in qualifica. Sarà una battaglia ravvicinata, con queste condizioni imprevedibili inutile starci a pensare troppo”.

Cosa ha detto Verstappen

Sulla stessa linea d’onda Max Verstappen: “Abbiamo provato alcune cose sulla macchina - ha raccontato - che hanno funzionato nelle libere 1, ma poi, nel pomeriggio, abbiamo provato qualche altra cosa che non mi ha soddisfatto allo stesso modo. Devo dire che abbiamo trovato un buon bilanciamento, siamo competitivi. Le Mercedes sono davanti, però domani sarà una giornata interessante. Siamo vicini, siamo tutti piuttosto vicini”.