Qualifiche emozionanti e decise proprio all'ultimo giro, quelle che a Sochi hanno visto svettare Vettel con un tempo di 1'33"194 che gli guadagna la pole position per soli 59 ms su Raikkonen, che completa una grande prima fila Ferrari. Poco più in là Bottas, 3° per 95 ms, e 4° ma con un distacco molto più consistente Hamilton, a 0"573. L'ultima pole Ferrari risaliva al Gp di Singapore 2015 mentre una prima fila tutta Rossa non si vedeva dal Gp di Francia 2008. 

Questa lotta ha monopolizzato ovviamente l'attenzione, ma alle loro spalle si è visto il ritorno di Ricciardo, 5° a 1"711 (un distacco che fa capire quanto sono andate forti Ferrari e Mercedes), mentre Verstappen si è fatto superare per mezzo decimo da Massa, ottimo 6°. Hulkenberg ottiene la quarta fila attardato di 2"091, mentre la quinta è occupata dalle Force India di Perez e Ocon, staccati di 2"143 e 2"236. Appena fuori dalla top ten Sainz, che però essendo penalizzato dal Bahrain lascerà la sesta fila a Stroll e Kvyat. Ora l'appuntamento con la prossima cronaca "live" passa direttamente al GP, domani alle ore 14 italiane. 

GP di Russia: la griglia di partenza

Nel corso delle prove il tracciato russo di 5.848 metri ha dimostrato di essere sempre difficile, con le sue staccate secche in cui è molto facile sbagliare nei giri davvero "tirati", per cui possiamo aspettarci alcune sorprese. Anche la necessità di scaldare a dovere le gomme (specialmente quelle anteriori) e la possibilità di sfruttarle per un secondo tentativo dopo un giro di riposo, potrebbe portare a situazioni di traffico in pista con conseguenti ulteriori difficoltà. 

Confermato infatti anche il basso degrado offerto dalla superficie, come pure il fatto che tra le tre mescole portate dalla Pirelli vi sia una differenza di circa 1 secondo al giro. Dato che quindi ci si aspetta una strategia generalizzata su una sola sosta, in gara, l'unica variabile (almeno per i primi dieci) sarà quella di utilizzare le supersoft in Q2, in modo da partire con quelle nel GP. Altrimenti l'unica possibilità sarà quella di iniziare la gara con le ultrasoft e poi passare obbligatoriamente alle supersoft, come tattica standard. I distacchi visti finora sembrano poter garantire questa possibilità a Ferrari e Mercedes, ma come sempre vedremo direttamente cosa succederà davvero in pista durante la nostra cronaca "live".

 

Questi alcuni link utili per la gara in Russia:
- i numeri e le curiosità della gara
- le scelte effettuate dalla Pirelli
- le caratteristiche del tracciato
- gli orari TV di tutte le fasi