Entrambe le Mercedes davanti nella prima sessione di prove a Interlagos, e questo è successo sia con gomme soft che su supersoft: in particolare Hamilton ha battuto il record della pista in 1'09"202 e Bottas gli si è accodato a 0"127. Dietro ai due troviamo Raikkonen, 3° staccato di 0"542, mentre Vettel è 6° a 0"782.

Tra le due Ferrari si sono insinuate le Red Bull, con Verstappen 4° e Ricciardo 5° separati tra loro da 8 centesimi (mentre tra Max e Kimi vi sono solo 6 millesimi). Il primo degli inseguitori è Massa, che sulla pista di casa ha un ritardo contenuto in 9 decimi esatti. Molto ravvicinati dietro sono Vandoorne, Ocon e Alonso, che completano la top ten racchiusi in soli 74 ms, a 1"2 dal vertice.

In questo turno si è ben comportato Russell, 12° tra Stroll e Grosjean, mentre Giovinazzi è stato "posticipato" alla seconda sessione per permettere a Magnussen (14°) di girare in quella che sicuramente si sarebbe disputata su asciutto (ci si aspetta pioggia nel pomeriggio). Non benissimo le Renault, con Sainz e Hulkenberg 15° e 16°, mentre Leclerc 17° ha preceduto Ericsson per 96 ms. Momentaneo disastro invece per Toro Rosso, con Gasly riuscito a fare non più di 5 giri mentre Hartley si è fermato col motore avvolto dal fumo dopo 2. Oltretutto entrambi hanno già in previsione di essere penalizzati in griglia di 10 posizioni per sostituzione Mgu-H, al pari di Ricciardo.

Ora appuntamento con la seconda sessione di prove a Interlagos per le ore 17 italiane, sempre con la nostra cronaca diretta.

I TEMPI DELLE PROVE A INTERLAGOS

La cronaca "live" con Twitter

Introduzione

Inizio alle ore 13 italiane (le 10 locali) per la prima sessione di prove libere sul circuito intitolato a Carlos Pace, in preparazione al GP del Brasile, diciannovesima prova del Mondiale F1 2017. Prove che noi seguiremo come di consueto con la nostra cronaca diretta tramite il canale Twitter dedicato @autosprintLIVE.

Il tracciato di 4.309 metri di Interlagos (un quartiere di San Paolo) è uno dei più corti della stagione assieme a Messico e Montecarlo, e con la pista centramericana condivide anche la particolarità dell'altitudine, seppur in modo più limitato, trovandosi a 800 metri slm. Ma soprattutto è una pista dove solo in un paio di occasioni i piloti riescono a tenere il volante dritto.

Di conseguenza è un circuito abbastanza impegnativo sia sulla guida che sulle gomme, pur se non talmente da impedire alla Pirelli di passare a mescole più morbide rispetto allo scorso anno: debutta la supersoft assieme a soft e medium. Senza dimenticare che l'impiego dei pneumatici da bagnato sarà probabile anche in questa edizione: prevista pioggia soprattutto sabato.

Ricordiamo infine che in questa prima sessione saranno nuovamente al volante Charles Leclerc e Antonio Giovinazzi, rispettivamente su Sauber e Haas, mentre sulla Force India arriva George Russell con il numero 35.

Questi alcuni link utili per il GP a Interlagos:
- i numeri e le curiosità della gara
- le scelte effettuate dalla Pirelli
- le caratteristiche del tracciato
- gli orari TV di tutte le fasi

LA CLASSIFICA DEL MONDIALE F1 2017