Prima pole position dell'anno a Lewis Hamilton, conquistata con il nuovo record del circuito di Albert Park in 1'21"164 dopo che un primo lancio era stato interrotto dall'incidente di Bottas, andato a sbattere in curva 2. La Ferrari è subito dietro: 2° tempo per Raikkonen e 3° per Vettel (il tedesco ha fatto un piccolo errore in curva 13). I loro distacchi pari a 0"664 e 0"674 (quindi 1 solo centesimo tra loro) possono preoccupare ma sono dovuti in gran parte al "bottone magico" Mercedes. E comunque le Red Bull sono alle spalle, con Verstappen 4° a 0"715 e Ricciardo 5° a 0"988 (ma partirà 8° per via delle penalità di ieri).

Dunque la quinta posizione in griglia andrà a Magnussen (+2"023) e l'ottima prestazione della Haas è completata da Grosjean con il 7° tempo (a 152 ms dal compagno). Seguono le due Renault, con Hulkenberg riuscito a precedere Sainz di 45 ms, quindi le due McLaren con Alonso davanti a Vandoorne. Resta da vedere se Bottas, teoricamente 10° senza tempo, sarà costretto alla sostituzione del cambio (la sbattuto con il retrotreno) e quindi a perdere 5 posizioni sullo schieramento.

Appuntamento ora con la partenza del Gran Premio, che sarà alle ore 7,10 italiane di domenica, sempre con la nostra cronaca diretta ad accompagnare l'intera gara.

FORMULA 1 AUSTRALIA: I RISULTATI DELLE QUALIFICHE

 

La cronaca con Twitter