Fino a quel momento più veloce in pista, Verstappen si distrae alla esse delle Piscine, tocca il rail, rompe il braccetto dello sterzo e va a picchiare pesantemente con danni notevoli alla macchina, ripetendo l'errore di due anni fa e concludendo così malamente la terza sessione di prove libere a Montecarlo. Invece Ricciardo approfitta degli ultimi 4 minuti restanti dopo la bandiera rossa per l'incidente, e scavalca il compagno di squadra per 1 solo millesimo: è il più veloce in 1'11"786. Dietro alle due Red Bull abbiamo le Ferrari: Vettel è 3° a 0"237 e Raikkonen 4° staccato dal tedesco di 12 centesimi. Seguono anche loro in coppia le due Mercedes, con Hamilton a precedere Bottas (0"487 e 0"570 i rispettivi distacchi).

Tra "gli altri", ottimi risultati per le due Toro Rosso e per Sirotkin: Hartley è 7° a meno di 1 secondo dal vertice (0"966) seguito da Gasly per 9 ms, mentre il russo della Williams è 10° a 102 ms e dietro a Sainz per soli 4 millesimi. Peraltro Vandoorne (anche lui abbastanza a suo agio finora) è 11° per soli 2 centesimi di ritardo dalla top ten. Abbastanza vicini anche gli altri possibili protagonisti, mentre le Sauber e le Haas sono in coda: sapranno risollevarsi per le qualifiche? Lo vedremo in pista a partire dalle ore 15.

QUI TUTTI I RISCONTRI DELLE PROVE A MONTECARLO

La cronaca con Twitter