Più lineare e indicativa della prima, la seconda sessione di prove a Silverstone ha visto Bottas più veloce di tutti in 1'26"732, a precedere Hamilton di 69 millesimi. Poco dietro è 3° Leclerc a 0"197, mentre Vettel completa la seconda fila virtuale di Ferrari staccato di 0"448. Anche stavolta Gasly si rivela più veloce di Verstappen, uno 5° a 0"517 e l'altro 7° a 0"830.

Tra le due Red Bull si insinua Norris, 6° a 0"814 dal vertice, con il risultato McLaren completato dall'ottavo crono di Sainz a 4 decimi dal team-mate. Bene anche Toro Rosso con Albon 9° per 1 centesimo e Kvyat appena fuori dalla top ten per 6 millesimi. Tra i due, Perez. La lotta resta tuttavia serrata, tanto che tra Sainz 8° e Giovinazzi 17° c'è un gap di poco superiore ai 3 decimi.

Più staccati Grosjean e le Williams, però il francese ha avuto problemi idraulici che gli hanno fatto perdere metà sessione. Tra i numerosi errori di guida, causati dal fondo scivoloso e proseguiti anche in questo turno, anche vari inconvenienti tecnici: oltre a quello sulla Haas n.8, pure un cilindro funzionante male per Bottas, problemi al cambio per Russell, nonché motore saltato per Ricciardo.

In ogni caso per recuperare c'è sempre l'ultima ora di prove libere, quella del sabato, che sarà domani alle ore 12, sempre con la nostra cronaca "live".

I RISCONTRI DELLE PROVE A SILVERSTONE

La nostra cronaca con Twitter