Una notizia tanto incredibile da sembrare la sceneggiatura di un film. Ma secondo gli inquirenti tra i progetti criminosi di una banda con base in Sardegna e Nord Italia c'era anche quello di trafugare la salma di Enzo Ferrari. Ovviamente a scopo di riscatto. Il Drake, deceduto il 14 agosto 1988, è sepolto nel cimitero monumentale di Modena e le sue spoglie erano finite nel mirino della gang, i cui piani sono stati sgominati dal Nucleo investigativo dei Carabinieri di Nuoro ed effettuati in collaborazione con la Compagnia dell'Arma di Modena, in un'operazione che ha impegnato circa 300 agenti. 

Gli arresti, trentaquattro, sono scattati all'alba: i malavitosi avevano già effettuato diversi sopralluoghi al cimitero ed erano state inoltre definite, fra alcuni componenti, le modalità di custodia della salma e di gestione dei contatti con i familiari. Fra i tanti progetti criminali della banda, dedita al traffico di stupefacenti e armi, anche quelli inerenti l'organizzazione e la realizzazione di rapine a portavalori, istituti di credito ed attività commerciali.

Ferrari è leggenda: i 70 anni della prima Rossa