Jean Todt è pronto a guidare la Federazione Internazionale dell’Automobile per altri cinque anni. Lo ha annunciato lui stesso attraverso il suo profilo twitter. “Grato delle espressioni di supporto ricevute dalla famiglia FIA ho deciso di ricandidarmi al ruolo di Presidente”. 

L’ex direttore della Scuderia Ferrari ambisce dunque a sedere sul trono per un altro lustro. Il primo mandato iniziò a fine 2009, quando sostituì Max Mosley già travolto dallo scandalo sessuale dell’anno precedente. Rieletto all’unanimità nel 2013, Todt si prepara dunque a ricandidarsi in vista delle elezioni del prossimo dicembre, che si terranno a Parigi alla presenza dei presidenti di tutti gli Automobil Club del mondo.

"Nei prossimi mesi io e la mia squadra metteremo a punto il nostro programma", ha anche annunciato Todt. Squadra composta da Graham Stoker, confermato nel ruolo di vicepresidente per il settore sportivo, Brian Gibbons, che andrebbe a sostituire Nick Craw, ormai fuori per limiti d'età come presidente del senato FIA, e Thierry Willemark, indicato come vicepresidente per il settore mobilità. 

Nato a Pierrefort, in Alvernia, il 25 febbraio 1946, Todt è stato navigatore di grandi campioni del rally tra gli anni ’60 e l’inizio degli anni ’80, quando si ritirò dalla carriera agonistica per diventare direttore della divisione sportiva Peugeot. Nel ’93 l’approdo in Ferrari, con cui conquistò cinque titoli mondiali piloti con Michael Schumacher. Todt lascò la Scuderia, di cui ricoprì anche il ruolo di amministratore delegato, nel 2009, anno della sua prima elezione a Presidente FIA.