Tra le tante monoposto storiche che sarà possibile ammirare al Motor Show di Bologna 2016 ci sarà anche la Ferrari 312 T del 1975, quella portata al successo da Lauda e Regazzoni che regalarono al Cavallino Rampante sia il titolo piloti che quello costruttori. La 312 T era talmente competitiva che prese parte anche alle prime gare del 1976, vincendone ben tre. Era caratterizzata da una soluzione tecnica come il cambio trasversale - da cui la lettera T - che permetteva di avere un migliore equilibrio dei pesi e masse più accentrate. 
 
Il motore era un 3 litri V12 ad angolo piatto (180 gradi) che erogava quasi 500 CV a oltre 12.000 giri ed era accoppiato a un cambio a 5 rapporti. L'abitacolo della monoposto era molto avanzato e il telaio era del classico tipo in tubi pannellato, una soluzione (abbandonata solo nel 1982) dal buon rapporto qualità/prezzo e soprattutto facile da modificare e riparare.