BOLOGNA - Davanti a un pubblico nutrito, la prima domenica del Motor Show edizione 2016 ha visto le Mini del Challenge e soprattutto le GT del trofeo italiano confrontarsi in pista all'Area 48, alias Motul Arena. Fra le prime, dopo che la sfida per il terzo posto ha visto Zanin battere Alcidi, la finale è stata vinta da Tobia Zarpellon dopo che Ivan Tramontozzi ha cercato di recuperare nella seconda sfida, incorrendo però in un errore. «È stata  una vittoria fantastica - ha detto poi Zarpellon - è il mio sogno fin da piccolo di vincere qui al Motor Show»

Prima delle gare decisive delle GT è iniziata a scendere la pioggia che ha reso ancor più insidioso il fondo pista. Così Thomas Biagi ha potuto mettere in campo tutta la sua esperienza riuscendo a svettare contro Mauro Trentin, su una macchina (entrambi con le Lamborghini Huracan) che il veneto non usa abitualmente. «È una vittoria tutta bolognese - ha poi dichiarato Biagi riferendosi anche al team Antonelli Motorsport che gliel'ha affidata - ed è sempre una grande soddisfazione vincere qui al Motor Show, dove vengo da quando avevo 10 anni». Peraltro questo è il sesto successo che Thomas riesce a conseguire alla fiera bolognese, con varie tipologie di macchina. La finale per il terzo posto è andata invece a Lancieri (Ferrari 458) su Carboni (Porsche 997).