dal Nurburgring: Alessandro Gargantini Meritatissima prima vittoria nel DTM per lo spagnolo Miguel Molina, che dopo aver dominato le qualifiche è stato protagonista di una marcia convincente che gli ha consentito di cogliere il primo, ma nettissimo, successo nella categoria. Il ventiseienne di Loret de Mar ha rifilato oltre sette secondi a Paul Di Resta, che ha preceduto sotto la bandiera a scacchi il duo della BMW composto dall’esperto Bruno Spengler e dal sempre più sorprendente rookie Tom Blomqvist, che ha lasciato il passo al più quotato compagno di marca. Ottimo il quinto posto di Pascal Wehrlein, che compie un importante passo avanti in classifica generale su Edoardo Mortara e Mattias Ekstroem. Il primo si è ritirato a causa di un tamponamento di Timo Glock, mentre il secondo ha faticato in qualifica e non è riuscito ad andare oltre l’undicesima posizione finale. In graduatoria generale, il pilota della AMG guida con ben 37 punti di vantaggio sull’italiano di Ginevra. Ancora una volta, molto positiva la performance dei due juniors della Mercedes Maxi Goetz e Daniel Juncadella, che hanno agevolato la rimonta di Wehrlein e sottratto punti al rivale Mattias Ekstroem. Il tedesco ha conquistato un positivo sesto posto, mentre il pilota di Barcellona ha chiuso la zona punti. Agitate le prime fasi di gara. Robert Wickens e Timo Scheider si sono urtati alla prima curva, con la vettura del tedesco che è rimasta bloccata nella sabbia ed ha costretto i commissari a neutralizzare la corsa. Stessa sorte per Gary Paffett, finito in testacoda dopo un contatto pochi metri più avanti. Jamie Green ha, invece, stallato al via e vanificato il terzo tempo in qualifica. Il prossimo appuntamento stagionale sarà a Hockenheim verso metà ottobre.