Siverstone. Perentorio successo, sotto il sole, in gara-1 a Silverstone per la Lexus dell'Emil Frey con Albert Costa e Philipp Frommenwiler. La coppia ibero-svizzera centra la terza vittoria stagionale, dominando dal semaforo sino alla bandiera, dopo che Costa aveva conseguito una pole stratosferica.

Soltanto Marco Mapelli, sulla terza Lambo Huracan dell'Imperiale Racing, ha potuto tenere il passo della gt giapponese, sia in qualifica che nel primo stint, ma senza mai rappresentare una vera minaccia. Ciò nonostante, è stata una giornata decisamente positiva per la compagine italiana, che da questa gara schiera tre vetture, proprio in ottica di una 'team strategy' in vista del campionato, che si rivela efficace sin da subito. Sdoppiando la sua coppia di punta (Thomas Biagi e Giovanni Venturini) e iscrivendo una terza vettura, il team diretto da Giorgio Ferro moltiplica le chances nella lotta al titolo.

Venturini, ora in coppia con Mapelli, e Thomas Biagi, affiancato da Raffaele Giammaria, sono andati a podio, a ridosso della Lexus, e sono ora rispettivamente primi e secondi in classifica generale, separati da due punti, e con 6 e 4 lunghezze di vantaggio, rispettivamente, sulla coppia della Lexus. Sul veloce tracciato inglese sono andate fortissimo le vetture aspirate, con quelle turbo in difficoltà, da McLaren a Ferrari (dodicesima la prima 488, quella di Cioci-Perazzini), mentre Liuzzi, con Hamaguchi sulla Lambo FFF, ha chiuso 17esimo.