Successo italiano nella gara karting che sulla pista tedesca di Wackersdorf ha assegnato (in prova unica) il titolo mondiale per la KZ, vale a dire la classe 125 con il cambio. Titolo che per la seconda volta consecutiva è andato a Paolo De Conto, già campione nel 2016. La gara ha visto un contatto iniziale fra i leader Jeremy Iglesias e Patrick Hajek, così a disputarsi la vittoria sono rimasti Anthony Abbasse e Paolo De Conto. L'italiano della CRG/TM è riuscito a precedere il francese tenendo un ritmo infernale soprattutto negli ultimi giri, così da non lasciare margini di attacco all'avversario nonostante siano arrivati sul traguardo separati da soli 0"337. In scia anche lui a meno di 1 secondo (0"856) si è classificato terzo Ben Hanley. In gara pure Ronnie Quintarelli, che si è classificato 19° (su 43 iscritti) nonostante la "ruggine", perché era parecchio che il leader della SuperGT giapponese non correva in una gara kart di questo livello.

La buona giornata per i colori italiani è stata completata dalla vittoria di Alex Irlando nella SuperCup KZ2, tra 113 partecipanti, con un kart Sodi/TM. Nonostante alcune penalità piuttosto discutibili nelle manche di qualificazione, il figlio del campione delle Salite (Pasquale Irlando) ha saputo recuperare. In particolare, dalla sesta posizione di partenza in finale, dopo le prime schermaglie iniziali Alex è riuscito ad andare a riprendere lo svedese Benjamin Persson che aveva allungato dal via. Gli ultimi 6 giri hanno visto la lotta fra i due con l'inserimento del poleman Riccardo Longhi, ma l'epilogo è stato proprio all'ultima curva, quando con un ottimo incrocio di traiettorie e nonostante un contatto di reazione, Irlando è riuscito a precedere Persson sfilando sul traguardo con soli 49 ms di vantaggio, con Longhi 3° a 0"156. In quarta posizione a 3"343 si è classificato Francesco Celenta seguito da Marco Zanchetta.

Il prossimo appuntamento clou del karting internazionale sarà il prossimo 24 settembre presso la pista inglese PF International, dove si correrà il Mondiale riservato alle classi OK, vale a dire quelle monomarcia senza cambio.