LAUSITZRING. Audi è stata la protagonista assoluta della prima manche disputata all’Eurospeedway del Lausitzring: al primo Via! Nico Müller stalla e viene inforcato dal “team mate” Jamie Green, a seguire Safety Car e restare “Indy”, cioè con vetture affiancare due a due.

Ma non termina il primo giro vero che Loic Duval si appoggia involontariamente al posteriore del Campione in carica Renè Rast, la cui vettura si impunta nel prato, ribaltandosi più volte prima di fermarsi in versione “barchetta”: tanto spavento ma il pilota svizzero esce da solo dall’abitacolo.

Bandiera rossa e terzo “Start”, sempre in modalità “Indy”, con gara accorciata a 21 giri, che vede inizialmente il Poleman Auer condurre davanti a Spengler e alla rivelazione Philipp Eng (secondo in griglia).

Causa “gara sprint” comincia subito il balletto dei pit stop che vede rimescolarsi le posizioni: Auer (lentissimo) si vede sfilare da Glock che resiste e favorisce l’uscita virtualmente in testa di Edoardo Mortara.

Il nostro portacolori, ritardando la sosta, ha saputo interpretare al meglio la strategia ed ha reagito con fredda determinazione all’attacco subito poco prima da Eng, compiendo un sorpasso da manuale alla staccata di Curva 1, e pochi giri dopo tagliare il traguardo davanti a Glock, Eng, Auer, Spengler, Di Resta, Wittmann, Wehrlein. Paffett e Farfus.

Demolition show a parte, le Audi non sono mai state in partita in una prova dominata da Mercedes e BMW.

Gara 2 è prevista domenica alle 13.30.