Vittoria di risparmio per Denny Hamlin nell'appuntamento della Nascar a Pocono. Il pilota del team Gibbs ha sopravanzato i suoi compagni di squadra nelle fasi finali prendendo il comando grazie a un'abile strategia di contenimento dei consumi. Guidando “sulle uova” e spegnendo il motore durante le caution, è riuscito a mantenere medie alte nonostante un ultimo stint decisamente lungo, superando anche l'overtime, causato da una toccata di Ricky Stenhouse a Kurt Busch a centro gruppo.

In seconda posizione, Erik Jones ha beffato Martin Truex Jr, mentre William Byron, tenendosi fuori dai guai, si è assicurato il quarto posto per il team Hendrick, davanti a Kyle Larson e Kevin Harvick. Quest'ultimo, partito in pole, ha condotto numerosi giri, ma ha poi perso terreno nelle fasi finali. Tuttavia, è stato il migliore della pattuglia Ford, dimostrando forse una criticità della Mustang sulla veloce pista triovale della Pennsylvania.

Brad Keselowski ha terminato ottavo alle spalle del rookie Daniel Hemric, pagando lo scotto di una strisciata nelle fasi iniziali. E' stato "tagliato fuori" da una safety-car che mal si è combinata con la sua strategia al pit invece Kyle Busch. Poca fortuna anche per Jimmie Johnson, in corsa per l'ultimo posto playoff. Il pluricampione californiano è andato a conquistare il secondo traguardo intermedio. Una penalità per un'infrazione ai box ha messo fine alle sue speranze, mentre molto prima si è chiusa la corsa di Chase Elliott, subito a muro.

L'ordine d'arrivo della Gander RV 400 di Pocono

1 - Denny Hamlin (Toyota) – Gibbs - 163
2 - Erik Jones (Toyota) – Gibbs - 163
3 - Martin Truex Jr (Toyota) – Gibbs - 163
4 - William Byron (Chevy) – Hendrick - 163
5 - Kyle Larson (Chevy) – Ganassi - 163
6 - Kevin Harvick (Ford) – Stewart/Haas - 163
7 - Daniel Hemric (Chevy) – Childress - 163
8 - Brad Keselowski (Ford) – Penske - 163
9 - Kyle Busch (Toyota) – Gibbs - 163
10 - Ryan Blaney (Ford) – Penske - 163

In campionato (Proiezione Playoff)

1. Kyle Busch 2038; 2. Logano 2032; 3. Truex 2028; 4. Hamlin 2025; 5. Keselowski 2024.