Fa quasi più impressione il secondo posto di Matt DiBenedetto a Bristol, rispetto al successo di Denny Hamlin. Il pilota del team Levine, saputo del non rinnovo contrattuale per il 2020, ha messo a segno una gara perfetta sullo "stadio" da mezzo miglior del Tennessee, la sua migliore della carriera. Purtroppo però, le speranze di vittoria per lui si sono infrante a 12 giri dalla conclusione quando Denny Hamlin ha finalizzato una strepitosa rimonta per poi involarsi al successo. Il pilota della Virginia, mai come quest'anno alla ricerca del primo titolo in Cup Series, si è trovato sotto di due giri ad inizio corsa ma ha saputo rimontare a suon di sorpassi e "free pass". Quando, nel corso dell'ultima caution, ha avuto il bonus di potersi riaccodare al gruppo, ha spadroneggiato, meritando la quarta affermazione dell'anno.

Sogno infranto per DiBenedetto, ma anche una gara che gli ha permesso di mettersi in luce, nella speranza di trovare un approdo per il prossimo anno, quando dovrebbe essere rimpiazzato dal rookie protegé di Joe Gibbs Christopher Bell: il rapporto che lega le due squadre non lascia speranza, almeno che non si decida di raddoppiare con una seconda Camry in casa Leavine. Al terzo posto si è piazzato con la prima delle vetture del team Penske Brad Keselowski, mentre in quarta posizione Kyle Busch è riuscito a rimettere sul giusto binario un weekend stregato, iniziato con un trentunesimo posto in qualifica: il pilota di Las Vegas è stato premiato da una provvidenziale caution proprio quando si apprestava allo stop con bandiera verde.

In top-10 hanno concluso anche due dei portacolori del team Stewart-Haas in corsa per i playoff, Clint Bowyer e Daniel Suarez: proprio in questo tema, nuovo risultato-no di Jimmie Johnson, diciannovesimo dopo un contatto e lontano dal "taglio" decisivo. Appuntamento da dimenticare anche per Kevin Harvick, messo KO da un problema al cambio.

L’ordine d’arrivo della Bass Pro Shop NRA Night Race di Bristol:

1 - Denny Hamlin (Toyota) – Gibbs - 500 giri
2 - Matt DiBenedetto (Toyota) – Leavine - 500
3 - Brad Keselowski (Ford) – Penske - 500
4 - Kyle Busch (Toyota) – Gibbs - 500
5 - Chase Elliott (Chevy) – Hendrick - 500
6 - Kyle Larson (Chevy) – Ganassi - 500
7 - Clint Bowyer (Ford) – Stewart/Haas - 500
8 - Daniel Suarez (Ford) – Stewart/Haas - 499
9 - Kurt Busch (Chevy) – Ganassi - 499
10 - Ryan Blaney (Ford) – Penske - 499

In campionato (Proiezione Playoff)

1. Kyle Busch 2044; 2. Hamlin 2031M 3. Truex 2030; 4. Logano 2027; Keselowski 2024.