La giornata finale dei test WEC a Le Castellet si è disputata a porte aperte. È stato il cosiddetto "fan saturday" e la risposta del pubblico non si è fatta attendere grazie alla possibilità di entrare gratuitamente al Paul Ricard, con migliaia di appassionati presenti. Altre novità hanno riguardato gli equipaggi scesi in pista: Porsche ha schierato la vettura n°1 con Webber-Hartley-Bernhard che hanno proseguito il lavoro fatto ieri dai compagni di squadra Lieb-Dumas-Jani. Miglior tempo per loro 1’37”445, il giro più veloce dell'intero prologo, ottenuto da Brendon Hartley nel pomeriggio. In casa Toyota la sola TS050 disponibile è stata affidata a Kobayashi-Sarrazin-Conway. Il giapponese, new entry tre i piloti titolari, ha causato l’interruzione della sessione del mattino, restando fermo lungo la pista quando mancava circa mezz’ora al termine. Sempre al mattino la loro migliore prestazione in 1’38”273. Invece la squadra Audi ha mantenuto lo stesso equipaggio. Dopo i problemi riscontrati ieri, Fassler-Lotterer-Treluyer hanno potuto girare con continuità, ottenendo la migliore prestazione in 1’38”827. Di Grassi-Jarvis-Duval saranno impegnati pure nelle prossime due giornate di domenica e lunedì, in una sessione di prove a porte chiuse che vedrà presenti anche Ford GT e Toyota. Nella categoria GTE Pro miglior crono oggi per la Ferrari 488 di Sam Bird, in 1'58"083, protagonista anche di una leggera toccata a Signes, con un prototipo LMP2. Nessun danno rilevante, se non la rottura di un cerchio. Bruni ha girato solo al mattino, segnando 1’58”352 (contro i 1'57"808 di ieri). Sempre vicine anche le Ford GT, con la n°67 di Priaux-Franchitti-Ticknell accreditata oggi di 1’58”786, subito davanti alla Porsche di Carroll in 1’58”818. Questi i riscontri della prima giornata di test e della sessione notturna. Diego Fundarò

La lista completa dei crono nei due giorni di test

Schermata tempi 2016 26-3 fundaro 058