Nella Feature Race che ha aperto il secondo appuntamento stagionale del FIA Formula 2 Championship, il ventitreenne driver londinese Jack Aitken, junior driver della Renault, ha colto il primo successo stagionale precedendo Nyck de Vries e Jordan King. Il vincitore, al secondo centro nella categoria, ha sopravanzato De Vries, dominatore della prima fase di gara, dopo il cambio gomme ed è riuscito a mantenere la leadership della corsa fino al termine grazie a un ritmo convincente che rende il suo successo pienamente legittimo.

Per Aitken si tratta della seconda vittoria nella categoria, dal momento che il driver di Londra era salito sul gradino più alto del podio nella Sprint Race disputata a Barcellona nel 2018.

Il portacolori del Team UNI-Virtuosi Luca Ghiotto, che scattava dal terzo posto sulla griglia di partenza, ha chiuso al nono posto, limitando parzialmente i danni al termine di una corsa iniziata in salita e che l’ha visto protagonista di un contatto con un rivale in regime di safety-car. Subito dopo lo start, il driver di Arzignano ha perso cinque posizioni a causa di un avversario che ha ritardato la staccata costringendo il pilota italiano a una traiettoria esterna per evitare il contatto. Dopo essere risalito fino alla quinta posizione, Luca Ghiotto è stato coinvolto in una collisione con il brasiliano Sette Camara mentre la corsa era in regime di safety-car. L’incidente è stato oggetto di una lunga investigazione da parte degli steward che hanno preso la decisione di penalizzare Ghiotto di cinque secondi, che costano al veneto tre posizioni nella classifica di gara. L’italiano è stato ritenuto colpevole di non aver mantenuto una distanza adeguata dal pilota sudamericano del Team DAMS. I due punti conquistati determinano un divario di otto punti tra il veneto e Latifi, nuovo leader della graduatoria generale. Il canadese ha chiuso al quarto posto la manche odierna.

Ghiotto prenderà il via dalla nona posizione sullo schieramento di partenza nella Sprint Race che scatterà domani alle ore 13:10 ore locali, ovvero le 11:10 in Italia.

Non è stata una corsa particolarmente fortunata per le scuderie italiane. Sean Gelael ha portato al sesto posto una vettura del Team Prema, mentre Mick Schumacher si è ritirato a causa di un testacoda. I portacolori del Team Trident sono stati coinvolti in una collisione avvenuta alla prima curva. Per Giuliano Alesi è stata la resa immediata, mentre Ralph Boschung ha chiuso dodicesimo dopo aver perso un giro e disputato l’intera corsa con la monoposto danneggiata