Nella Sprint Race disputata dal FIA Formula 2 Championship sul Baku City Circuit, sede del secondo atto stagionale della categoria, il portacolori della UNI-Virtuosi Luca Ghiotto è incappato in un brutto ritiro che lo allontana dal vertice della graduatoria generale.

Il pilota di Arzignano, scattato dalla nona posizione in griglia, era ben risalito fino alla quarta posizione e aveva tutte le carte in regola per ambire a un piazzamento sul podio.

Mentre stava attaccando la terza piazza di Jack Aitken, il veneto ha colpito lo pneumatico posteriore destro della vettura del driver londinese e si è fermato contro le barriere. Ghiotto aveva il gruppo di testa nel suo mirino, visto che un precedente intervento della safety-car aveva ricompattato le monoposto.

Sul gradino più alto del podio è salito il canadese Nicholas Latifi, il principale antagonista del portacolori della Federazione Italiana nella rincorsa al titolo, che ha preceduto Juan Manuel Correa e il vincitore della Feature Race Jack Aitken.

Per quel che concerne i colori della Prema Racing, Sean Gelael aveva guidato il gruppo nelle prime fasi di gara, ma è precipitato all’ottavo posto nel finale. Mick Schumacher ha ben recuperato dal diciannovesimo fino al quinto posto. Entrambi i piloti del Team Trident sono rimasti coinvolti in uscite di pista. Ralph Boschung è stato costretto nella via di fuga da un errore della colombiana Tatiana Calderon, mentre Giuliano Alesi ha urtato le barriere mentre stava forzando per conquistare una posizione nella top ten.

La corsa è terminata in regime di safety-car, scesa in pista a seguito dell’incidente che ha visto protagonisti Ghiotto, King e Mazepin. Al vertice della graduatoria generale, il successo odierno proietta Nicholas Latifi in prima posizione, con un vantaggio di ventuno lunghezze su Jack Aitken.

Luca Ghiotto è sceso al terzo posto, distante venticinque punti dalla vetta.

Il prossimo appuntamento stagionale è previsto a Barcellona il secondo fine settimana del mese di maggio.