Grande festa per tutto il team Lada al Moscow Raceway, che nella pista di casa ha conquistato i primi successi della Vesta facendo doppia doppietta, visto che Nicky Catsburg e Gabriele Tarquini si sono alternati sui due primi gradini del podio delle due corse (e le gialle vetture partivano nelle prime tre piazzole della griglia della Main Race dopo la grande qualifica di sabato).

Opening Race. Il Moscow Raceway si presenta asciutto per i 16 giri della prima gara e tutti i piloti scelgono di partire con gomme slick nonostante le minacciosissime nuvole nere all'orizzonte. Ma mentre viene completato il giro di formazione inizia a piovere copiosamente e la direzione gara decide di rimandare il via.Dopo 15' di sosta le vetture ripartono per un ulteriore giro di formazione (quindi i giri di gara da 16 passano a 15), ma nel frattempo ha smesso di piovere. Si spengono i semafori e Monteiro mantiene il comando, Muller soffia la seconda piazza a Bennani ed alla curva 9 supera Monteiro. Il portoghese si tocca anche con Bennani (che lo passa) e viene infilato pure da "Pechito" Lopez e da un fantastico Tarquini, già quarto.

Grande lotta fra Valente, Catsburg e Michelisz, il quale va larghissimo in uscita della curva 10. Dopo il primo giro Muller è in testa seguito da Bennani, López, Tarquini, Monteiro, Catsburg, Coronel, Valente, Michelisz e Huff.,Tarquini inizia ad attaccare López e lo sorpassa all'ultima curva risalendo in terza piazza. Intanto si sviluppa una bella battaglia fra Monteiro, Catsburg, Coronel e Valente per la quinta posizione. Nicky e Hugo superano il portoghese, che viene attaccato anche da Coronel e da Michelisz. L'olandese della ROAL finisce larghissimo alla curva 4 e si ritrova nono. Nel frattempo Tarquini passa anche Bennani ed è secondo, con Catsburg che inizia a pressare López, superandolo al quinto passaggio. Nelle retrovie Thompson è undicesimo dopo aver sopravanzato Filippi. Al termine del giro si ritira Björk per problemi tecnici.

Tarquini è indemoniato, prende le misure a Muller e lo infila alla curva 14, balzando al comando davanti al francese e a Catsburg, che nel frattempo è riuscito a passare anche Bennani. Subito dietro al marocchino ci sono López, Valente, Michelisz, Monteiro, Huff e Coronel a completare la Top10. La direzione gara impone un drive-through a Michelisz e Coronel per non essersi schierati correttamente in griglia; rientrati per scontare la penalità, in zona punti accedono Thompson e Filippi. Al giro 7 Bennani deve cedere due posizioni a vantaggio di López, (quarto) e Valente (quinto). Intanto Tarquini prende il largo guadagnando 2" al giro su Muller, che vede arrivare di gran carriera Catsburg.

La LADA dell'olandese ha la meglio sulla Citroën dell'alsaziano alla curva 14, Ma Muller torna secondo sfruttando l'incrocio sul rettilineo principale. Nicky ripassa Yvan alla curva 9 e stavolta riesce a mantenere la piazza d'onore. Dietro a loro c'è da tenere d'occhio anche la battaglia fra Valente e López, in lotta serratissima per la quarta posizione, dopo che Hugo ha avuto la meglio su Monteiro. Bagarre molto interessate anche fra Chilton, Coronel ed Ekblom per la dodicesima piazza; al giro 11 il Tom della Chevrolet supera quello della C-Elysée, che poi cede il passo anche alla Volvo.

Al giro 11 iniziano le scaramucce fra Bennani, Monteiro, Huff e Thompson per il sesto posto. Monteiro riesce a mettersi alle spalle il marocchino, che poi viene passato anche da Huff e da "Thommo" poco dopo. Michelisz torna in zona punti superando Filippi alla curva 12. Intanto Tarquini ha accumulato un vantaggio di ben 7" su Catsburg, con Muller ormai lontanissimo e comodamente terzo. López invece gira 1" più lento della coppia Monteiro-Huff quando mancano tre giri al termine. Non accade più nulla di rilevante e Tarquini taglia vittorioso il traguardo davanti a Catsburg, Muller, Valente, López, Monteiro, Huff, Thompson, Bennani e Michelisz.

Main Race. Il Moscow Raceway si presenta nuovamente bagnato. In griglia Björk deve schierarsi in fondo per aver dovuto riparare la sua Volvo oltre il tempo consentito. Al via le tre LADA di Catsburg, Tarquini e Valente mantengono le posizioni di testa, mentre è subito bagarre fra le Citroën e le Honda, con la Chevrolet di Coronel che si tocca con Bennani. Thompson viene superato da Michelisz, il quale attacca subito Valente (terzo) mentre Huff attacca López sul lungo rettilineo.

Al termine del primo giro Catsburg è in testa davanti a Tarquini e Michelisz, con Valente quarto e Thompson quinto. Huff passa López ed è sesto, seguito da Bennani, Muller e Monteiro. Catsburg guadagna subito 2" su Tarquini; Huff supera sul lungo rettilineo Thompson ed è quinto, con Muller che invece cede la nona posizione a Monteiro. Bella battaglia anche fra López e Bennani per la settima posizione. Si ritira Coronel per un problema alla sospensione posteriore, probabilmente dovuto al contatto della curva 1.

Problemi anche per la Volvo di Björk (14°) che ha il paraurti posteriore penzolante mentre lo svedese è in lotta con Chilton, Ekblom e Filippi. Il quartetto è in lotta serrata e al quarto giro dà spettacolo con contatti e traversi. Monteiro comincia il pressing su Bennani per l'ottava piazza e lo passa alla curva 15. Anche Huff comincia a farsi vedere negli specchietti di Valente, al momento quarto. Siamo al giro 5, Catsburg ha 3"5 di margine su Tarquini e 5"8 su Michelisz. Valente cede la quarta posizione ad Huff alla curva 1 nel passaggio successivo, López invece deve fare altrettanto con Monteiro per la settima.

Rientrano ai box Björk (per sistemare il paraurti) e Chilton per problemi tecnici; entrambi tornano comunque in azione, ma ultimi. Al giro 8 le emozioni le regalano Ficza e Demoustier, in piena bagarre per l'undicesima posizione; il francese della Sébastien Loeb Racing cede il passo all'ungherese e anche ad Ekblom. Spunta il sole e Tarquini realizza il giro record in 1'56"304 portandosi a 2" da Catsburg. Monteiro raggiunge Thompson e inizia a studiarlo, così come Ficza con Muller. Anche Valente sembra in difficoltà e al giro 11 deve guardarsi dal duo Thompson-Monteiro. Intanto Catsburg risponde a Tarquini con un nuovo giro record in 1'56"187, ovver 12 millesimi meglio rispetto a quello fatto segnare dal "Cinghiale".

Mentre Tarquini rosicchia altri 0"3 a Catsburg (1'55"831), Monteiro affianca Thompson e lo passa con un bell'incrocio di traiettorie sul rettilineo. Monteiro è incontenibile ed effettua la stessa mossa alla tornata successiva con Valente, risalendo al quinto posto. Tarquini ferma il cronometro sull'1'54"844 e si porta ad 1" da Catsburg. Intanto le difficoltà delle Citroën sono evidenziate al giro 14, quando il giovane Ficza attacca ripetutamente Muller conquistando la Top10 al passaggio successivo con una fantastica mossa. all'esterno della curva 4.

Ficza è una furia e supera anche Bennani conquistando la nona piazza a due giri dalla fine, mentre Valente deve guardarsi le spalle da Thompson. Il britannico ha la meglio sul francese alla curva 11 ed è sesto. L'ultimo giro è la parata LADA, con Catsburg vittorioso davanti a Tarquini e alle Honda di Michelisz, Huff e Monteiro. Thompson è sesto e trionfa nel WTCC Trophy, a punti vanno anche Valente, López, Ficza e Bennani.