Il Consiglio Mondiale dell'Automobilismo Sportivo, riunito a Ginevra, ha deciso di cancellare la creazione della classe Wtcc-2, pensata a novembre per rimpinguare lo scarso parco partenti del Mondiale Turismo.

La categoria avrebbe assegnato il titolo mondiale per le vetture Tcn2 (alias le Tcr inventate da Marcello Lotti, ma rinominate dalla Fia e con giusto qualche differenza regolamentare), le stesse utilizzate nell'Europeo Turismo Fia.

Però il Gruppo Volkswagen-Audi ha dichiarato a gennaio, per bocca del responsabile di Seat Motorsport e di tutto il progetto Tcr del gruppo Jaime Puig, che non avrebbe omologato le sue vetture come Tcn2 (quindi Audi Rs3 Lms, Volkswagen Golf Gti e Seat León), e le voci raccolte durante i test di Balance of Performance ad Adria di scorsa settimana parlavano di altre Case intenzionate a fare lo stesso.

Di sicuro fino ad ora nessun pilota o squadra ha mai annunciato la propria intenzione di competere nella fantomatica classe Wtcc-2, ed ecco che è arrivato l'annullamento del progetto da parte della Fia.

Questa la motivazione della scelta, secondo il comunicato emesso dalla Fia:

La proposta categoria Wtcc-2, annunciata alla conclusione del Consiglio Mondiale dell'Automobilismo Sportivo del 30 novembre 2016, è stata cancellata per la stagione 2017. Questo per permettere alla Commissione Turismo ed al Promoter di concentrarsi completamente sulla categoria principale (TC1) nel 2017

Quindi al momento, con la conferma di ieri di Tom Coronel, restano 12 le vetture fino ad ora annunciate al via del Mondiale Turismo, e si mormora che dovrebbero poi salire a 16 (guarda caso esattamente il numero minimo richiesto dalla Fia per mantenere la titolazione) quando verrà svelato martedì prossimo l'elenco iscritti ufficiale, in occasione dei test collettivi prestagione a Monza.

Oltre a questo, la Commissione Turismo della FIA ha ufficializzato lo spostamento della tappa cinese del 15 ottobre da Shanghai a Ningbo, ed anticipato la gara argentina di Termas de Río Hondo dal 6 agosto al 16 luglio.