L'unica tappa americana della stagione 2017 del Mondiale Turismo ha visto la vittoria di un volto nuovo e la conferma di Honda. A Termas de Río Hondo non è stata terra di conquista per la Volvo e per il suo poleman olandese Nicky Catsburg, così è stata la Casa giapponese a sfruttare l'occasione per riaffiancarsi nella classifica Costruttori e per riallungare con Tiago Monteiro in quella piloti.

OPENING RACE. Al via scatta bene dalla prima piazzola la Lada Vesta di Yann Ehrlacher, ma alla staccata Tom Chilton si appoggia come si vede normalmente nelle gare turismo e lo fa allargare per scavalcarlo. Il britannico da quel momento non avrà più avversari e passerà da vincitore sotto la bandiera a scacchi, ma la Direzione Gara decide di assegnarli 5" di penalità sul tempo di gara, facendolo scivolare fino in quarta piazza. E regalando così il successo al giovane francese della Rc Motorsport, che festeggia il suo primo successo in una categoria internazionale.

Dietro al "nipote d'arte" (è il figlio della sorella del quattro volte campione del mondo turismo Yvan Muller) si piazza la Citroën C-Elysée di Mehdi Bennani ed il "padrone di casa" Esteban Guerrieri.

Quinto posto per il leader del campionato Tiago Monteiro e sesta posizione per il suo inseguitore Thed Björk, con l'unica Volvo al traguardo dopo una foratura ha fermato Nicky Catsburg ed un problema tecnico ha fatto lo stesso con "Bebu" Girolami.

Settimo il rimontante Rob Huff, scattato appena dodicesimo.


MAIN RACE. Bella doppietta firmata dalle Civic ufficiali condotte perfettamente da Norbert Michelisz e Tiago Monteiro. L'ungherese e il portoghese sono partiti bene al via mantenendo il secondo e terzo posto alle spalle del poleman Nicky Catsburg, che dopo otto giri incappa in una nuova foratura sulla sua Volvo S60 Polestar TC1.

Questo dà il via libera ai piloti Honda, che salgono sul podio accompagnati da Thed Björk. Lo svedese limita il guadagno di punti di Monteiro, che così da +4 passa a +12 in classifica.

Esteban Guerrieri è ancora autore di una gara molto grintosa fin dallo start, dove ha chiuso brutalmente prima Néstor Girolami (mandandolo sull'erba) e poi Tom Chilton (toccato) e con la sua Chevrolet RML Cruze TC1 combatte fino a tagliare il traguardo quarto assoluto e primo nel WTCC Trophy.

La Top 5 è completata da Mehdi Bennani, che riesce a fatica ad avere la meglio di Girolami, nonostante l'argentino avesse ancora problemi di trasmissione come nella prima gara.

A punti arrivano poi anche il quartetto in lotta formato da Tom Chilton, Yann Ehrlacher, Rob Huff e Tom Coronel.


Mondiale Turismo, Termas de Río Hondo , 16/07/2017
Classifica finale della Opening Race

1. Yann Ehrlacher (Lada Vesta), 11 giri in 19'23"991
2. Mehdi Bennani (Citroën C-Elysée) a 0"726
3. Esteban Guerrieri (Chevrolet RML Cruze) a 1"326
4. Tom Chilton (Citroën C-Elysée) a 1"573
5. Tiago Monteiro (Honda Civic) a 1"677
6. Thed Björk (Volvo S60) a 2"322
7. Rob Huff (Citroën C-Elysée) a 3"668
8. John Filippi (Citroën C-Elysée) a 10"369
9. Tom Coronel (Chevrolet RML Cruze) a 10"960
10. Ryo Michigami (Honda Civic) a 11"379
11. Kevin Gleason (Lada Vesta) a 14"036
12. Dániel Nagy (Honda Civic) a 21"452
13. Zsolt Dávid Szabó (Honda Civic) a 22"972
14. Norbert Michelisz (Honda Civic) a 1 giro

 

Mondiale Turismo, Termas de Río Hondo , 16/07/2017
Classifica finale della Main Race

1. Norbert Michelisz (Honda Civic), 13 giri in 22'39"375
2. Tiago Monteiro (Honda Civic) a 0"505
3. Thed Björk (Volvo S60) a 1"381
4. Esteban Guerrieri (Chevrolet Rml Cruze) a 6"379
5. Mehdi Bennani (Citroën C-Elysée) a 14"281
6. Néstor Girolami (Volvo S60) a 14"675
7. Tom Chilton (Citroën C-Elysée) a 20"386
8. Yann Ehrlacher (Lada Vesta) a 20"750
9. Rob Huff (Citroën C-Elysée) a 20"999
10. Tom Coronel (Chevrolet Rml Cruze) a 21"983
11. Ryo Michigami (Honda Civic) a 22"361
12. John Filippi (Citroën C-Elysée) a 22"989
13. Kevin Gleason (Lada Vesta) a 26"701
14. Dániel Nagy (Honda Civic) a 39"996
15. Zsolt Dávid Szabó (Honda Civic) a 40"437
16. Nicky Catsburg (Volvo S60) a 1 giro

La classifica Piloti dopo 12 gare: 1. Tiago Monteiro 200; 2. Björk 188; 3. Michelisz 171; 4. Bennani 164; 5. Catsburg 159 punti; 6. Chilton 147; 7. Huff 135; 8. Guerrieri 113; 9. Girolami 68; 10. Ehrlacher 45; 11. Coronel 34; 12. Filippi 15; 13. Gleason, Michigami e Panis 2; 15. Nagy 1.

La classifica Costruttori dopo 12 gare: 1. Volvo 549 punti; 2. Honda 545.