Imola –  Quarto e penultimo appuntamento per il trofeo riservato alle Leon Cupra e organizzato da SEAT Motorsport Italia.

Le prove e le qualifiche sono state disputate sull’asciutto, mentre le due gare hanno visto i piloti alle prese con condizioni di aderenza difficili. Entrambe le gare sono state ridotte nella durata e gara1 ha vissuto la partenza dietro la safety car, che ha fatto il passo per diverse tornate. In gara1 Gabriele Volpato e Lorenzo Nicoli hanno portato a casa una vittoria sicuramente non scontata ma che non sorprende, essendo già saliti sul gradino più alto del podio diverse volte in questa stagione. Inatteso invece successo di Marco Pellegrini in gara2: 54 anni, milanese, è alla sua seconda vittoria in carriera.

COLPO DI SCENA - L’equipaggio leader della classifica del campionato, quello di Gabriele Torelli e Matteo Greco, si è piazzato al secondo posto in gara1, ma poco dopo il via di gara2 è stato coinvolto in un maxi contatto che ha messo fuori gioco anche Massimiliano Gagliano, Alberto Biraghi e Franco Fumi. Un pesante stop in ottica campionato. Di questa defezione non sono riusciti ad approfittare a fondo i rivali principali di Torelli e Greco: l’equipaggio di Volpato e Nicoli, infatti, dopo la vittoria in gara1 ha concluso soltanto in quarta posizione in gara2, grazie ad una rimonta vigorosa da parte di Volpato, costretto a recuperare il drive through rimediato dal suo compagno di squadra Nicoli per la partenza anticipata.

CARLOTTA TROPPO VICINA AL FIDANZATO - Altro zero importante per Carlotta Fedeli: la romana, vincitrice di due gare in questa stagione, è stata costretta al ritiro da gara1 dopo aver impattato contro la Leon  del suo fidanzato Federico Paolino, finito in testacoda. Nel contatto innescato da Paolino hanno fatto le spese anche Francesco Guerra e Franco Fumi, costretti al ritiro. "La botta è stata molto forte, tanto che si è piegata la scocca" - ha spiegato la Fedeli, estremamente rassegnata. Ingenti dunque i danni, tanto che non è stato possibile per gli uomini del team Pit Lane Competizioni rimettere a posto la vettura prima del secondo via”.

Fine settimana dunque concluso in anticipo ed un bel po' di delusione per la romana, che era reduce dalle due vittorie ottenute sulla pista di casa di Vallelunga e al Mugello. Questo ha significato anche che la sua rincorsa al titolo assoluto si è conclusa sulle rive del Santerno, mentre nella classifica Junior, in cui alla vigilia della trasferta emiliana era seconda pagando solo tre punti sulla leadership, gran parte delle speranze si sono dissolte. anche se la matematica non la taglia del tutto fuori.

SUL PODIO - Ottimo weekend per il pilota siciliano Raffaele Gurrieri, che ha completato il podio di gara1 e si è piazzato al secondo posto il pomeriggio, precedendo Francesco Guerra. Il direttore generale di SEAT Italia Gianpiero – Peter – Wyhinny, ha corso in equipaggio con il figlio Paul e l’equipaggio italo-inglese ha conquistato il settimo posto in entrambe le gare. Prossimo e ultimo round sul tracciato brianzolo di Monza nel weekend del 21 e 22 ottobre.