Con l'arrivo in questa stagione di gare 2018 del WTCR, ovvero la serie mondiale per vetture TCR, la Peugeot Sport ha deciso di fare un passo avanti con la sua 308 Racing Cup già destinata alla categoria. Ovviamente sempre derivata dalla 308 GTi stradale da 270 cv, la nuova 308 TCR presenta significativi miglioramenti su tutti i fronti: telaio, motore, trasmissione e aerodinamica. In questo la Casa francese segue dunque le orme della Honda (che ha già evoluto la sua Civic Type-R) e anticipa i miglioramenti che la Volkswagen ha previsto per la sua Golf GTi.

Così il 1.6 turbocompresso sviluppa ora 350 cv (e 420 Nm di coppia) ma sarebbe comunque in grado di coprire 5000 km (il doppio di una stagione WTCR) prima di richiedere interventi. E vi è accoppiato uno specifico cambio sequenziale a sei rapporti comandato da palette al volante, unitamente a differenziale autobloccante meccanico e frizione multidisco, mentre dal punto di vista telaistico le sospensioni prevedono snodi sferici e barre antirollio regolabili su entrambi gli assi, oltre a carreggiate allargate. Troviamo inoltre freni con dischi da 378 mm di diametro e pinze a sei pistoncini.

Per quanto riguarda l'aspetto esteriore, è stato coinvolto il Centro Stile Peugeot che ha cercato di coniugare una linea "atletica" alle esigenze aerodinamiche di una macchina da corsa. Il frontale è stato disegnato in modo da assicurare un flusso adeguato a radiatore e intercooler (essenziale per non compromettere prestazioni e affidabilità) assieme a un ampio splitter che assicura deportanza e direzionalità, controbilanciato al posteriore da un diffusore anch'esso piuttosto ampio. Il tutto è completato da gomme 27/65 su cerchi da 18 pollici.

La nuova Peugeot 308 TCR costerà 109mila euro (pronto corsa, tasse escluse) e verrà consegnata a partire da aprile: ciò lascia però poco tempo prima dell'inizio di stagione, il 7-8 aprile a Marrakesh. È stato calcolato che avrà un costo chilometrico di 4,50 € (esclusi i "consumabili") e oltre che nel WTCR è attesa la sua presenza anche nelle varie serie nazionali, quali VLN in Germania, CER in Spagna, BGDC in Belgio e ovviamente l'analogo campionato in Italia.

«La Peugeot 308 Racing Cup era già idonea per il TCR - ha spiegato il direttore di Peugeot Sport, Bruno Famin - ma il rapido sviluppo dei campionati basati sui regolamenti TCR ci ha spinto ad andare oltre, cercando prestazioni che assecondassero le ambizioni dei nostri clienti, fino al massimo livello, che dal 2018 sarà rappresentato dal FIA World Touring Car Cup (WTCR). Quindi la nuova Peugeot 308 TCR arriva proprio nel momento giusto, dimostrando il profondo coinvolgimento di Peugeot Sport con i suoi clienti. Per soddisfare le loro giustificate richieste, abbiamo utilizzato la nostre esperienza e competenza per creare un'auto competitiva, affidabile e sempre più divertente da guidare».