Il Mondiale Rally sta per riaprire i battenti. Appuntamento alle ore 17.30 del 25 gennaio davanti al Casinò di Montecarlo per la prima sfida dell’anno. La lista degli iscritti è succulenta, ma gran parte dell’attenzione sarà riservata alle 11 Wrc Plus dei team Citroen, Ford, Hyundai e Toyota.

Che hanno quasi simultaneamente svelato le nuove vetture Wrc Plus. A partire dalle Ford Fiesta del team campione del mondo M-Sport. La squadra di Wilson, supportata ufficialmente da Ford, ci saranno nuovamente il campionissimo Sebastien Ogier e il giovane talento Elfyn Evans, affiancati rispettivamente da Julien Ingrassia e Daniel Barritt. Notizia dell’ultim’ora la conferma di Teemu Suninen al volante della terza Fiesta in ben otto round: Svezia, Messico, Portogallo, Sardegna, Finlandia, Turchia, Galles e Catalunya.

L’obiettivo del team sarà ovviamente riconfermarsi al top ma non sarà facile. Malcolm Wilson ne è consapevole e ha commentato: “Sebastien e Elfyn rappresentano una line-up fortissima e il supporto tecnico aggiuntivo (da parte di Ford, ndr) ci garantirà di sviluppare ulteriormente la Fiesta. La competizione sarà più serrata che mai ma sono fiducioso che saremo in grado di riprodurre gli stessi elevati livelli di performance e affidabilità del 2017”.

Tra gli avversari più agguerriti lecito attendersi gli equipaggi Hyundai, che lo scorso anno ha messo a segno il proprio record nel campionato, conquistando il secondo posto in entrambe le classifiche, grazie anche alle quattro vittorie di Thierry Neuville. Il belga è stato il pilota più vincente della scorsa stagione e non vede l’ora di tornare in macchina: “Non abbiamo vinto il titolo l’anno scorso, ma c’è tanto di cui essere soddisfatti: volevamo essere protagonisti e lo abbiamo fatto in molte tappe. Conquistare quattro vittorie e riuscire a essere altamente competitivi è la giusta motivazione per fare ancora meglio nel 2018. Come team siamo cresciuti anno dopo anno e sento che la nostra quinta stagione sarà la nostra occasione per splendere. Sappiamo che i nostri avversari saranno difficili da battere, ma questo ci motiva ancor più: la Hyundai i20 Coupe WRC è una macchina competitiva e il team ha lavorato sodo durante l’inverno per aumentarne ulteriormente il potenziale.”

Tre le i20 Coupe Wrc che prenderanno parte ai 13 eventi in calendario con quattro equipaggi: Andreas Mikkelsen e Anders Jæger, Thierry Neuville e Nicolas Gilsoul, Dani Sordo e Carlos del Barrio, Hayden Paddon e Seb Marshall.

Terza forza in campo Toyota, vincitrice dei rally di Svezia e Finlandia. Tre le Yaris Wrc schierate sin da Montecarlo, affidate a Jari-Matti Latvala navigato da Miikka Anttila, Esapekka Lappi in coppia con Janne Ferm e Ott Tanak con Martin Jarveoja.

Il team principal Tommi Makinen ha commentato: “Dopo una prima stagione più che soddisfacente siamo pronti per dimostrare a tutti di che pasta siamo fatti. Già lo scorso anno la Toyota Yaris WRC è stata capace di portare a casa alcune vittorie, ma i tracciati ci hanno anche insegnato che non c’è mai limite al miglioramento. Grazie al tempo che abbiamo avuto a disposizione e alle competenze acquisite siamo riusciti a migliorare l’anteriore della vettura per ottenere una performance aerodinamica ottimale, perfezionando anche il sistema di raffreddamento.”

Infine le Citroen, che devono riscattare un 2017 avaro di soddisfazioni: il britannico Kris Meeke navigato da Paul Nagle sarà al volante della C3 Wrc n. 10, l’irlandese Craig Breen sarà in coppia con Scott Martin sulla vettura n. 11. Annunciato anche il ritorno di Matt Ostberg, al momento solo per il Rally di Svezia, dove debutterà sulla C3 Wrc Plus. Grande attesa per il ritorno del nove volte campione del mondo Sebastian Loeb: il cannibale sostituirà Breen in Messico, Corsica e Catalunya.

WRC: IL CALENDARIO 2018