L’ADAC Rally di Germania 2019 è in programma questo weekend dal 22 al 25 agosto, con un percorso di 344,04 km cronometrati suddivisi in 19 prove speciali. La gara ha confermato la location delle ultime due edizioni di Bostalsee (dove era già stata all’inizio degli anni 2000), 60 km a sud ovest di Trier.

Si inizia giovedì mattina alle 10 con lo shakedown di St. Wendeler Land (5,17 km), poi sempre giovedì in serata alle 19.08 si darà inizio alle ostilità con l’inedita speciale di apertura di St. Wendeler (5,17 km), identica allo shakedown.

Venerdì la prima tappa è uguale a quella dello scorso anno e prevede 6 speciali per un totale di 101,42 km cronometrati con due passaggi sui crono di Stein und Wein (19,44 km), sui 22 km di Mittelmosel (la classica speciale intorno ai vigneti della Mosella) e sui 9,27 km di Wadern-Weiskirchen.

La grande novità ci sarà sabato nella classica giornata nel campo militare di Baumholder, che prevede 157,92 km cronometrati. Si correrà infatti al mattino due passaggi sui crono di Freisen (14,78 km) e Roemerstrasse (12,28 km), mentre si svolgeranno tutti nel pomeriggio i due passaggi ad Arena Panzerplatte (10,73 km) e sulla lunga speciale di Panzerplatte (41,17 km), inframmezzati da un parco assistenza per il cambio gomme. Sarà di sicuro il momento decisivo dell’intera gara. Infine domenica la tappa finale di 79,50 km cronometrati composta da quattro speciali, con due passaggi a Grafschaft (28,06 km) e sulla nuova power stage di Dhrontal (11,69 km).

56 gli iscritti

L’appuntamento tedesco per i 56 equipaggi iscritti alla gara (l’anno scorso erano 65) si preannuncia anche stavolta incerto e combattuto. Tra loro figurano 11 Wrc Plus, dato che oltre alle 3 vetture ufficiali schierate dalla Hyundai affidate a Neuville, Mikkelsen e Sordo, ci saranno stavolta 4 Toyota in gara per l’esordio di Katsuta sulla Yaris Wrc, mentre sono solo due al via le Citroen C3 e le Ford Fiesta Wrc con Gus Greensmith ancora schierato al posto del convalescente Elfyn Evans. Sono invece 5 gli equipaggi iscritti nel Wrc 2 Pro con in primis le Skoda ufficiali di Kopecky e Rovanpera, nonché gli equipaggi ufficiali di Citroen con Ostberg e sulla nuova Fiesta R5 della MSport di Camilli e del nostro “Pedro”.

WRC2, partono in 12

Nel Wrc 2 sono 12 i piloti al via, mancheranno Guerra e Loubet ma ci saranno sia Gryazin che il pilota di ACI Team Italia Fabio Andolfi, in gara sulla Skoda Fabia R5 di Motorsport Italia, e poi l’ex campione europeo Kajetanowicz sulla VW Polo R5. Da segnalare anche la presenza di Simone Tempestini (Hyundai 20 R5) e dei francesi Ciamin e Léfébvre su VW Polo R5. Da evidenziare infine la presenza di altri 4 piloti italiani iscritti alla gara tedesca, vale a dire Brazzoli (Abarth 124 Rally), Roncoroni (Skoda Fabia R5), Oldani e Peruzzo (entrambi su Peugeot 208 R2).