Per trovare un nome italiano nella classifica generale della Dakar bisogna scendere fino alla posizione 48, dove troviamo la Toyota dei gemelli De Lorenzo, ottici padovani veterani del rally ma alla prima esperienza con la Dakar sudamericana. Fra pochi mesi andranno in pensione, così hanno deciso di partire per l’ennesima avventura: al momento stanno pagando un ritardo di 1 ora e mezza dal leader Loeb, ma alla loro portata ci sono molte vetture, in primis un’altra Toyota pilotata da un’altra coppia di fratelli, gli Amor provenienti dall’Argentina.

Dieci posizioni più giù troviamo la Ford Raptor di Gianluca Tassi, pilota diversamente abile esperto di raid sia in auto che in moto. 

Poi troviamo la PanDakar, il pandino 4x4 di Giulio Verzelletti e Antonio Cabini. “La tappa è stata davvero un calvario ma la Panda ha tenuto botta” ha commentato Giulio appena arrivato al bivacco al termine del secondo stage. Ora per l’intrepido pandino è tempo di affrontare la terza tappa, con una prova cronometrata di 384 km e altitudini di quasi 5000 metri

Scendendo verso le ultime posizioni della classifica troviamo la Ford dell’equipaggio veneto Graziano Scandola e Giammarco Fossà a precedere, fanalino di coda al momento, la Toyota di Marrini e Rossi, che attualmente occupano la posizione numero 76. A tutti i nostri connazionali l’augurio di tagliare il traguardo di Buenos Aires il prossimo 14 gennaio. 

In collaborazione con la redazione Motori di RedBull.com

Segui la Dakar 2017 su Red Bull Tv: dal 2 al 14 gennaio, highlights, approfondimenti e speciali esclusivi

DAKAR 2017 - CLASSIFICA GENERALE AUTO - STAGE 2

1    Loeb-Elena    Peugeot    2h33'31”
2    Al-Attiyah-Baumel    Toyota    +28"
3    Sainz-Cruz    Peugeot    +1'56"
4    De Villiers-Von Zitzewitz    Toyota    +2"05
5    Roma-Haro Bravo    Toyota    +2'56"
6    Al-Rahji-Gottschalk    Mini    +5'12"
7    Peterhansel-Cottret    Peugeot    +7'26"
8    Hirvonen-Perin    Mini    +8'49"
9    Van Loon-Rosegaar    Toyota    +9'36"
10    Dumas-Guehennec    Peugeot    +9'58"