Il Rally del Galles è iniziato questa mattina con lo shakedown di Clocaenog Forest dominato dalle tre Volkswagen Polo Wrc di Mikkelsen, Ogier e Latvala. Sarà questa l’ultima gara iridata di Mikko Hirvonen al volante della Ford Fiesta Wrc della MSport, mentre assegnati tutti gli altri campionati, l’altro leit-motiv della prova gallese sarà lo sprint finale per il titolo Wrc 2 tra il pilota del Qatar Nasser Al-Attiyah (Ford Fiesta Rrc) ed il finlandese Jari Ketomaa (Ford Fiesta R5). Al Attiyah è in testa alla serie con 110 punti mentre Ketomaa ne ha 90, in pratica se il finlandese vince in Galles al 44enne pilota qatariota bastaarrivare tra i primi sette per laurearsi campione del mondo insieme al nostro Giovanni Bernacchini. E per Nasser sarebbe un bis, dopo il titolo Produzione vinto nel 2006 con Chris Patterson al volante di una Subaru Impreza WRX. Sono 160 gli equipaggi iscritti all’ultima prova iridata della stagione che si correrà sui viscidi sterrati gallesi, con 72 equipaggi che prenderanno parte alla gara mondiale e 88 a quella valida per il campionato britannico. Un grande successo per gli organizzatori dopo i soli 31 partenti dell’edizione svoltasi nel settembre 2012 a Cardiff. Saranno al via 14 Wrc, ed oltre a tutti i principali protagonisti della serie iridata con Hanninen e Paddon sulla seconda e terza Hyundai i 20 Wrc ufficiale, ci sarà il ritorno di Henning Solberg e Ott Tanak entrambi su Ford Fiesta Wrc. Tra le Wrc 2 in gara da evidenziare la presenza della Ford Fiesta Rrc del rientrante Matthew Wilson, profondo conoscitore degli sterrati del Galles, mentre saranno della partita anche quattro equipaggi tricolori, vale a dire Bertelli-Dotta (Ford Fiesta Rrc) e Pizzuti-Rendina (Mitsubishi Lancer Evo X) iscritti nel Wrc 2, mentre Simone Tempestini (Citroen Ds3 R3T) sarà al via nello Junior ed il padre Marco sarà in gara su una Ford Fiesta R5.

LA GARA

Questa edizione della prova britannica, composta da 23 prove speciali suddivise in tre tappe per un totale di 309,86 km cronometrati, sarà simile a quella dello scorso anno, quando è stata spostata la sede operativa della corsa da Cardiff nel sud del Galles ben 250 km più a nord, cioè a Deeside. La gara, tutta su sterrato, prenderà il via domani con sarà l’abituale tappa nel centro del Galles con le classiche speciali di Gartheiniog, Dyfi, Hafren Sweet Lamb e Maesnant ripetute due volte ed intervallate da un remote service a Newtown per un totale di 145,78 km cronometrati. Sabato è poi in programma la seconda tappa tutta ricavata vicino Deeside composta da 9 speciali e 113,74 km cronometrati, con le speciali di Clocaenog East, Clocaenog Main, Aberhirnant e Dyfnant ripetute due volte ed intervallate dalla mickey-mouse di soli 2,06 km di Chirk Castle. Infine domenica ci sarà il gran finale con l’ultima giornata di gara composta da 46,12 km cronometrati suddivisi in 6 crono, vale a dire due passaggi nella mickey mouse di Kinmel Parl di 2,21 km, e nei crono di Alwen e Brenig, con quest’ultima speciale lunga 10,81 km che sarà anche la power stage finale. Marco Giordo Questi i tempi dello shakedown: 1. Mikkelsen (VW) 2m 01.3s 2. Ogier (VW) 2m 01.6s 3. Latvala (VW) 2m 01.6s 4. Kubica 2m 02.2s 5. Tänak 2m 02.3s 6. Meeke 2m 02.4s 7. Evans 2m 02.4s 8. Hirvonen 2m 02.5s 9. Paddon 2m 03.2s 10. Ostberg 2m 03.2s