Scopriremo uno scenario diverso dal solito, a Montreal, per il Gran Premio del Canada. Di selezione delle mescole Pirelli si parla e delle scelte operate da Renault e Haas. Per la prima volta quest'anno, complice la decisione del gommista di imporre come mescole obbligatorie da portare in gara le morbide - con il vincolo di utilizzare un treno - abbiamo un'allocazione su due soli compound: 10 treni di ultrasoft per Haas e 3 di morbide, contro gli 8 di ultrasoft e 5 di morbide per la Renault.

Contrariamente a quanto visto nei gran premi corsi finora, la Pirelli ha eletto due treni di gomme della stessa mescola (le morbide con banda gialla) come pneumatico da portare in gara, decisione che ha favorito la possibilità di una scelta come quella di Haas e Renault. A Montecarlo, per dare un riferimento, vigeval'obbligo di conservare fino alla giornata di domenica un treno di supermorbide e uno di morbide

Radiosprint, cos'hanno detto i piloti a Monaco

Nell'allocazione dei set è sicuramente la novità che salta maggiormente all'occhio, l'assenza di gomme supersoft per Magnussen, Palmer, Grosjean e Gutierrez. Quanto ai top team, sono allineati su selezioni grossomodo equivalenti Mercedes, Ferrari, Williams, Red Bull e Toro Rosso. Un treno di gomme ultrasoft in più per Rosberg e Hamilton rispetto ai ferraristi, che avranno, invece, un set di supersoft aggiuntivo, come Massa. Differenziata la scelta di Bottas, in casa Williams.

Chi effettua una selezione un po' più equilibrata tra i compound è la Force India, insieme a McLaren e Manor, pur privilegiando le coperture più morbide in assoluto: sei treni di Pirelli viola, tre di rosse e quattro di gialle per Hulkenberg e Perez.

Ricordiamo come il regolamento 2016 sulle gomme prescriva la possibilità di scelta da parte delle scuderie di quali mescole adoperare per 10 treni di gomme, ai quali sommare tre set di coperture indicati dalla Pirelli: uno destinato alla fase finale della qualifica, della mescola più morbida tra le tre selezionate per l'evento, due da conservare obbligatoriamente fino alla gara, nel corso della quale utilizzare almeno uno dei due treni indicati. 

Hamilton è tornato e fa paura

Lo scorso anno, con gomme morbide e supermorbide a disposizione, la gara venne vinta da Hamilton con una sola sosta ai box, su un circuito non particolarmente aggressivo sulle gomme, se non per le fasi di massima richiesta di trazione, frequenti data la configurazione da pista stop&go qual è Montreal: lunghi rettilinei, violente staccate per affrontare le chicane, seguite da repentine ripartenze che mettono alla prova il grip sull'asse posteriore.

SET SCELTI PER PILOTA, L'INFOGRAFICA PIRELLI