La "finale" di Singapore, meno sette dall'epilogo del mondiale, sarà una cartina di tornasole per misurare la competitività Mercedes su un tracciato diversissimo per caratteristiche da Spa e Monza. Si torna a girare in configurazione da alto carico e l'ultima apparizione, in Ungheria, vide una prima fila tutta Rossa. Gli eventi in gara, i problemi tecnici di Vettel, permisero a Hamilton di avvicinarsi, senza però mai una minima opportunità di attacco. 

La gara di Marina Bay può rappresentare il passaggio più difficile da qui a fine campionato per Mercedes e Hamilton, che dovranno affrontare senza particolari sviluppi, secondo quanto anticipato da Valtteri Bottas: «Avremo molto lavoro da fare con il pacchetto da alto carico che abbiamo, arriveranno degli aggiornamenti ma non ancora a Singapore. Sarà una sfida e non crediamo di essere i favoriti lì». Sulla carta e per quanto visto su piste simili, la previsione potrebbe rivelarsi corretta. 

Il dominio espresso a Monza è frutto di un allineamento perfetto e difficilmente sarà ripetibile tra due domeniche. «Siamo stati molto veloci in ogni curva, credo abbiamo trovato semplicemente un diverso tipo di stabilità che non avevamo prima. Monza è una pista davvero unica, non possiamo far affidamento su quanto visto e pensare "Ok, ora siamo i più veloci". Non è così. 

A Singapore sarà una storia del tutto diversa, si tratterà di capire se avremo appreso dal week end di Monza quel che ci serve ed essere nuovamente forti». Mercedes e Ferrari che non dovranno escludere una Red Bull che spera di inserirsi ancora tra i due litiganti. Le caratteristiche della RB13 e il minor peso specifico rivestito dal fattore power unit aiuteranno Ricciardo e Verstappen a essere in lotta diretta, alte aspettative supportate dalla scelta strategica di sacrificare Monza e montare due power unit nuove.

Horner e i dubbi sull'equilibrio tra power unit

E Bottas è consapevole del rischio di trovarsi in una bagarre a tre team: «Andremo lì sapendo che potrebbe essere problematica per noi. Abbiamo visto come su piste che richiedono tanto carico la Ferrari è stata davvero forte, anche in gare calde sembrano essere molto competitivi e anche Red Bull può far bene»

Hamilton vs Vettel: i numeri della volata finale