Prima che, a Spielberg, fosse l’episodio di gara tra Leclerc e Verstappen a prendere la scena e catturare commenti e analisi, il tema gomme e la richiesta, votata favorevolmente da 5 squadre (non sufficiente per essere attuata), di un ritorno al battistrada 2018, ha tenuto banco tra le colline della Stiria.

Dalla delusione espressa da Mattia Binotto, per quanti hanno opposto interessi personali al “no” alla modifica, alle opposte considerazioni di Horner e Wolff, dopo la gara: visto che quando la gomma degrada c’è spettacolo? La sintesi del primo. Visto che le Pirelli 2019 permettono al pilota di non correre al risparmio e attaccare per tutto il GP. La sintesi del secondo.

C’è un aspetto cruciale al quale Pirelli deve porre rimedio, in cima alla lista di interventi programmati per il prodotto 2020: ampliare la finestra di funzionamento, così che anche monoposto che sviluppano meno carico aerodinamico possano ottenere valori di aderenza ottimali.

I TARGET PIRELLI 2020

Mario Isola, in Austria, ha spiegato: “Proseguiamo il nostro sviluppo per il 2020, come già detto l’obiettivo principale è di avere una finestra operativa più ampia per le mescole del prossimo anno.

GP Silverstone, sul nuovo asfalto i team snobbano le gomme dure

Sia in Austria (martedì con Ericsson, mercoledì con Giovinazzi; ndr) che dopo Silverstone, proveremo nuovi tipi di mescole e nuove filosofie per raggiungere questo obiettivo e finalizzare la nuova costruzione per il prossimo anno.

Le macchine attuali sono davvero sempre più veloci, scaricano sulle gomme più energia e dobbiamo fare i conti, tutta le modifiche alla costruzione sono per farle lavorare meglio, le mescole perché possiamo avere un range operativo più ampio e non diano blister né surriscaldamento”.

ASSAGGIO DI 2020 NEI WEEK END DI GARA

Tra le idee emerse dalla riunione di venerdì scorso, meeting del “no” al ritorno al battistrada 2018, quella di introdurre gomme prototipo - ovvero in via di sviluppo e restinate al prossimo campionato - nei week end di gara, perché vengano testate dai team e possano valutarne le caratteristiche, così da indirizzare lo sviluppo delle nuove monoposto.

GP Austria: i come e i perché delle decisioni dei commissari

“I regolamenti ci permettono di poter fornire due set supplementari di gomme prototipo, per valutazioni al venerdì.

C’era anche un discussione in merito a una leggera modifica regolamentare per capire se gomme diverse possono essere utilizzare nel corso del week end di gara, non solo nelle libere.

È un’idea completamente nuova e dev’essere valutata e discussa, la FIA dovrebbe pronunciarsi ma noi siamo aperti a valutare e continueremo il nostro programma test di sviluppo per le prossime settimane, ma se dovessimo avere anche l’opportunità sarà positivo testare il prodotto del prossimo anno durante la stagione”.