SALOU. Andreas Mikkelsen ha chiuso in testa la prima tappa su terra del Rally Catalunya. Il pilota norvegese, che in questa gara esordisce al volante della Hyundai i20 Wrc, ha preceduto a fine giornata il leader del mondiale, nonché suo ex compagno di squadra, Sébastien Ogier (Ford Fiesta Wrc) di soli 1”4, mentre terzo è Kris Meeke (Citroen C3 Wrc) a 3”.

Più indietro Tanak (Ford) è quarto a 6”3, Ostberg (Ford) quinto a 7”1 e Sordo sesto a 10”8 davanti a Neuville staccato di 12”8. La gara resta quindi molto aperta nelle prossime due tappe su asfalto, anche se c’è da sottolineare che Ogier è stato il vincitore morale di questa prima tappa. Il pilota francese della MSport ha infatti perso pochissimo pur partendo per primo, grazie alla sua azzeccata scelta di gomme nelle prove del mattino, quando aveva optato per 3 soft e 2 hard, mentre il suo principale rivale nella lotta per il titolo Thierry Neuville (Hyundai) aveva scelto 5 soft finendo sulle tele la speciale lunga quasi 39 km di Terra Alta.

“Sono sorpreso di questo risultato – ha commentato Ogier a fine tappa -. Francamente non mi aspettavo di perdere così poco e di stare davanti a Neuville e Tanak. Abbiamo avuto la conferma che il set up della vettura è quello giusto e sono fiducioso anche per l’asfalto. La seconda e la terza tappa presentano delle prove nuove, e questa è sempre una cosa bella, le novità non guastano mai”.

Domani mattina la gara partirà con la seconda tappa su asfalto che prevede invece 121,86 km cronometrati e 7 speciali, cioè quelle di El Montmell (24,40 km), El Pont d’Armentera (21,29 km) e Savallà (14,12 km) ripetute due volte a cui si aggiungerà a fine giornata il crono cittadino di Salou di 2,24 km.

Da segnalare che Latvala (Toyota) si è dovuto fermare dopo la quinta speciale perché perdeva olio, e che nel Wrc2 è in testa Suninen (Ford Fiesta R5) davanti a uno scatenato Simone Tempestini (Citroen Ds3 R5), mentre Andolfi si è dovuto fermare nella prima speciale per la rottura del radiatore, riprenderà domani con il Super Rally. 


Questa la classifica dopo 6 speciali alla fine della prima tappa:
1 Mikkelsen in 1.11’56”3
2. Ogier a 1”4
3. Meeke a 3”0
4. Tanak a 6”3
5. Ostberg a 7”1
6. Sordo a 10”8
7. Neuville a 12”8
8. Hannine a 33”6
9. Léfébvre a 1’02”2
10. Lappi a 1’05”5