Sospeso tra equilibri ancora precari il Mondiale di F.1 2021 è da maneggiare con cura. Guai a sbilanciarsi nelle previsioni. Visto come sono andate le cose nella prima uscita in pista delle monoposto, una tre giorni di test in Bahrain che non ha chiarito fino in fondo i concetti principali, è del tutto inutile tranciare giudizi o peggio ancora sentenze.

Anche in tempi di pandemia, trattasi di effimeri verdetti quelli che escono fuori dal mazzo, come certe partite di calcio d’agosto che illudono aprendo scenari che valgono il tempo di un sospiro. Dalle inaspettate difficoltà di sua maestà Mercedes, ai tamponi fatti segnare da Red Bull, alle prestazioni rebus della Ferrari SF21: è ancora troppo presto per dire che la musica è cambiata così tanto da stravolgere un copione ormai consolidato. Però è abbastanza evidente che, forse, potremo assistere a un campionato molto più aperto e incerto rispetto al recente passato. Chissà se anche la F.1 ha trovato il vaccino per uscire da una situazione consolidata dove tutto è già scritto e niente muta ormai dal 2014.

Ora resta solo da contare i giorni che ci separano dal via del Mondiale F.1. Siamo in pieno conto alla rovescia per il via di una stagione che s’è rimessa in gioco sulla pista del Bahrain con i test pre-season che innescano il via di un campiona- to tutto da decifrare che si aprirà dome- nica 28 marzo a Sakhir, pista di decollo ei test e della prima sfida di un Mondiale forse meno scontato di quanto si poteva pensare alla vigilia della tre giorni di prove in Bahrain.

E poi c’è la Rossa che in questo numero di Autosprint ricopre la parte della protagonista. La nascita di una nuova monoposto della Scuderia è sempre un grande evento da celebrare. Un evento che va ol- tre i primi riscontri cronometrici e che da sempre, al di là di ogni considerazione, si porta in dote un carico di attesa e perché non anche di speranze. La prima uscita delle Rosse di Leclerc e Sainz non ha regalato lampi. Ma tanto materiale utile in vista del via del campionato.

Ha detto il team principal Mattia Binotto: "Sapevamo che con soli tre giorni a disposizione questi test sarebbero stati molto impegnativi e intensi, e così è stato. Finora è andato tutto liscio, la priorità era sicuramente quella di capire il comportamento della monoposto, mappando tutte le condizioni, ed abbiamo concen- trato le nostre energie in questa direzione. Sono stati raccolti molti dati, ed ora dovranno essere analizzati per capire le variazioni che ci sono tra la pista, la gal- leria del vento, la simulazione, ecc. In termini di raccolta dati tutto è andato molto bene, abbiamo completato il chilometraggio pianificato".

La strada è ancora in salita davanti a un Cavallino che ha tanta voglia di crescere. Intanto mentre questo numero di Autosprint arriva in edicola martedì 16 marzo si celebra anche l’edizione 2020 dei Caschi d’Oro e Volanti ACI. Per il terzo anno di fila il nostro settimanale e Automobil Club Italia hanno unito gli sforzi per mandare in scena gli Oscar dell’automobilismo.

Stavolta uno show virtuale a partire dalle 10 saluterà i campioni del motorsport con uno show condotto da Federica Masolin e Camilla Ronchi voci narranti di una premiazione alla quale hanno dato la propria adesione tutti i più grandi protagonisti: dal presidente della Fia Jean Todt, ai campioni del mondo Lewis Ha- milton e Toto Wolff, per proseguire poi con il neo ferrarista Carlos Sainz, Antonio Giovinazzi, Sergio Perez, il presidente della Renault Luca De Meo, Michael Schumacher, i campioni del mondo rally Sebastien Ogier e Julien Ingrassia, Andrea Adamo, boss della Hyundai iridata nel Mondiale Costruttori rally.

Un lungo elenco che non si limita ai personaggi top sopracitati ma che coinvolge ogni categoria dell’automobilismo sportivo per una grande festa alla quale Autosprint e ACI hanno lavorato a lungo. Non potendo organizzare, per ovvie ragioni, la consueta serata di gala, i Caschi d’Oro 2020 andranno in onda in streaming sul sito autosprint.it, trasmessi dagli studi TV della redazione di Roma. Uno show, che si svolgerà tra interviste in studio e prestigiosi collegamenti dall’esterno.

Una grande giornata, che riserverà tante sicure sorprese.