Si chiama Fitow e al momento il principale protagonista del prossimo Gp di Corea, le cui prove iniziano domani sul circuito di Yeongam. Fitow è il nome del tifone che i metereologi hanno previsto che dovrebbe interesare per la giornata di domenica tutta la regione sud della Corea, dove sorge il circuito di Yeongam. La metereologia locale prevede che il tifone dovrebbe abbattersi per le prime ore di domenica e durare tutta la giornata. Fattore che rischia di compromettere tutta la strategia del GP rimescolando le carte, in quanto le prove e le qualifiche dovrebbero invece disputarsi con pista asciutta e buone condizioni atmosferiche.

Il maltempo non è una cosa inusitata per Yeongam, considerando che già nel 2010 Fernando Alonso si aggiudicò la vittoria nel primo GP di Corea, quando la corsa venne interrotta per 50 minuti proprio per il maltempo e in seguito ci furono 14 giri di neutralizzazione con la safety car.

In attesa del tifone dunque, sul circuito di Yeongam splende ancora il sole mentre i team perfezionano gli ultimi lavori di adattamento delle vetture, considerando le diverse caratteristiche rispetto al circuito di Singapore. A Yeongam saranno due i punti dove si potrà attivare il DRS: in fondo al traguardo e al termine del rettilineo opposto, che con i suoi 1,2 km, rimane tra le rette più lunghe di tutto il calendario del campionato del mondo. Punto dove i motori restano al massimo della accelerazione per 15 secondi. Il circuito di Yeongam presenta infatti due sezioni diametralmente opposte.

La prima parte è caratterizzata da tre lunghissimi rettilinei, poi dopo la curva 4 inizia una ossessiva sequenza di curve a media-bassa velocità. Dualismo che rende piuttosto problematica la messa a punto e il set up aerodinamico.

Parlando di pneumatici, la Pirelli ha portato per questa gara i composti super soft (rosso) e medio (giallo), scelta più conservativa rispetto al 2012 quando invece le gomme a disposizione erano del tipo soft e super soft. Emanuele Pirro sarà il commissario Fia designato per questa gara in rappresentata dei piloti. Al suo fianco l’australiano Garry Connelly e Silvia Bellot, in rappresentanza della federazione spagnola.

 

Il maltempo rischia di compromettere la corsa di domenica