Il rumore di queste F1 gli fa schifo. Bernie Ecclestone ha apertamente criticato, in una intervista sul quotidiano inglese The Telegraph, il sound delle nuove F1. Bisogna ammettere che il boss della F1 l'aveva sempre ripetuto nei mesi scorsi che questo nuovo regolamento col turbo che soffoca il rumore dei motori, non gli piaceva. E adesso ribadisce il concetto spaventato dalla fuga di spettatori sia televisivi che dai circuiti. Già gli organizzatori australiani hanno criticato il sound delle macchine e molti circuiti potrebbero prendere la cosa a pretesto per ridiscutere gli onerosi accordi economici con Ecclestone. Questo regolamento con i turbo di piccola cilindrata al posto degli aspirati è stato voluto fortemente dalla Fia di Jean Todt contro il parere di Ecclestone. Ora Bernie è convinto che sia necessario intervenire in fretta per cambiare il sound delle monoposto 2014 e renderlo più simile "a quello di un'auto da corsa" e non allontanare il pubblico dai Gp. Secondo Ecclestone una modifica potrebbe essere fatta, se tecnicamente possibile, già tra un paio di gare. Non ê difficile e si può intervenire sulla forma e sulla dimensione dei collettori di scarico, forse sacrificando a quel punto il principio dello scarico unico che era servito ad azzerare l'uso aerodinamico dei gas di scarico. Già molti costruttori di auto stradali, come Porsche e Ferrari, hanno dimostrato sulla 911 turbo e sulla nuova California T che turbo e sound racing possono coesistere.