Niente di nuovo sul fronte austriaco. O meglio: dal team McLaren Honda, terminata la due giorni di test al Red Bull Ring di Spielberg, non trapela nulla a parte il prevedibile cauto ottimismo di circostanza, della serie "stiamo migliorando, la stagione è ancora lunga". Il pilota spagnolo, che ha proseguito il lavoro del day 1 di Stoffel Vandoorne sulla MP4-30, ha commentato: "E' stata una giornata positiva. La cosa più importante era di fare più giri possibile dopo i problemi che abbiamo avuto nelle ultime due gare. siamo riusciti a compiere oltre 100 giri e abbiamo ottenuto buone informazioni, ora dobbiamo analizzare tutto. sono molto felice di come sono andati i test". Il focus del team è stato principalmente direzionato sul "naso corto" già visto al GP d'Austria, ma sulla sua efficacia il team manager Dave Redding non si sbottona: "Durante la mattinata abbiamo lavorato sui set-up. Nel complesso, siamo stati in grado di sfruttare al massimo il bel tempo e le condizioni di pista asciutta per completare le sezioni solide del programma di test, per la nostra soddisfazione". "Entrambi i giorni di test - ha proseguito - sono stati produttivi e, soprattutto, affidabili e torniamo a casa armati di molti preziosi dati e un utile feedback da entrambi i piloti, che siamo in grado di portare via e analizzare, in preparazione per le prossime due gare prima della pausa estiva".