Warwick: non c'è alternativa a Silverstone

Warwick: non c'è alternativa a Silverstone© sutton-images.com
Il presidente del BRDC non crede all'idea di un GP a Londra e guarda a come incrementare i ricavi, anche ribattezzando alcune curve del tracciato

Fabiano Polimeni

31 gennaio 2017

Non basta il record di pubblico per rendere sostenibile l'organizzazione di un gran premio. A Silverstone, gli introiti assicurati dalla vendita dei biglietti sono insufficienti per far fronte alla quota crescente richiesta dal contratto sottoscritto con Bernie Ecclestone. L'augurio di Derek Warwick, presidente del BRDC, è di poter accedere ad altri canali per rimpinguare le casse del club che organizza l'evento: «Con l'attuale contratto, l'unico modo in cui possiamo fare soldi da un gran premio, concerti a parte, è la vendita dei biglietti».

Nuove soluzioni o formule già riconosciute ad altri organizzatori da applicare al Gran Pr


Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora
  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi