Appuntamento davanti ai commissari del Gran Premio del Canada, al Paul Ricard. Laurent Mekies rappresenta la Ferrari, il direttore sportivo sottoporrà ai commissari i nuovi elementi emersi dopo la decisione assunta da Emanuele Pirro, Gerd Ennser, Mathieu Remmerie e Mike Kaerne, collegio giudicante a Montreal, elementi che “scagionerebbero” Sebastian Vettel da quella che è stata ritenuta una manovra non sicura nel rientrare in pista.

Va specificato come dei quattro commissari, tre sono fisicamente presenti al Paul Ricard, mentre in videoconferenza parteciperà Mike Kaerne.

Nella conferenza dei team principal, Mekies ha avuto modo di commentare la richiesta di riesame avanzata dalla Ferrari alla FIA. E il direttore sportivo ha spiegato: “La prima cosa che voglio sottolineare è che rispettiamo moltissimo il lavoro dei commissari. Sappiamo che è un compito molto, molto difficile.

È un mondo complesso, gare complesse e sosteniamo appieno ciò che provano a ottenere”.

Deferenza necessaria, prima di puntualizzare la forza dei propri riscontri: “Dopo il Canada abbiamo avuto accesso a una nuova prova. Crediamo sia una prova che, in modo piuttosto schiacciante, accerta come Sebastian non abbia violato alcun regolamento.

Il collegio dei commissari dovrà decidere se il nuovo elemento è rilevante ai fini della decisione ed è ammissibile. In caso positivo, potrebbero decidere di rivedere la decisione assunta in Canada.