Dopo che in Giappone la Mercedes si è assicurata la vittoria di campionato sia tra i costruttori che tra i piloti, ora in Messico si tratta di dirimere o no la questione tra Lewis Hamilton e Valtteri Bottas, visto che solo loro sono ancora il lizza per il titolo tra i driver. In particolare, Hamilton potrebbe diventare già matematicamente campione se in questa gara riuscisse a raccogliere 14 punti più di Bottas.

Perché ciò succeda rendendo Lewis campione per la sesta volta nella sua carriera, questi a seguire sono i vari casi in base ai rispettivi risultati, considerando anche il punto attribuito con il giro più veloce in gara.

- Hamilton 1° e GpV con Bottas 4° o peggio
- Hamilton 1° con Bottas 5° o peggio
- Hamilton 2° con Bottas 8° o peggio
- Hamilton 3° e GpV con Bottas 9° o peggio
- Hamilton 3° con Bottas 10° o peggio

Ovviamente è tutt'altro che impossibile il verificarsi di uno di questi casi, ma nemmeno così probabile. Come ha detto lo stesso Hamilton in conferenza stampa al giovedì, «Non ricordo sia successo di battere Valtteri di più di 14 punti in questa stagione, forse una volta al massimo». In effetti questo è capitato appunto una sola volta, in Ungheria, quando Bottas non solo venne superato dal compagno di squadra, ma anche da Leclerc rimediando in quell'episodio la rottura dell'ala anteriore, fatto che non gli permise di finire oltre l'8° posto (Hamilton invece vinse). Insomma, il tutto potrebbe essere deciso da imprevisti oppure essere semplicemente rimandato di una settimana, alla prossima gara negli Usa.