da Spielberg (Austria): Alessandro Gargantini Sui bagnati saliscendi del Red Bull Ring, lo svedese Mattias Esktroem ha ottenuto il secondo successo stagionale, che lo proietta al vertice della graduatoria generale con tredici punti di vantaggio su Edoardo Mortara. Il nordico pilota dell’Audi, che aveva ottenuto il miglior tempo nelle qualifiche della mattinata, dopo i primi cinque giri disputati in regime di safety-car ha progressivamente distanziato Gary Paffett, che soltanto nel finale ha provato a riacciuffare il rivale. Buona terza posizione per Edoardo Mortara, ben risalito dalla sesta posizione in griglia. Il nostro portacolori, autore di una fase centrale di gara davvero rimarchevole, dove ha inanellato una serie di giri veloci, ha perso tempo finendo nella sabbia della curva Rauch mentre cercava di agganciare il britannico della Art Grand Prix. Positiva quarta posizione per Mike Rockenfeller, che ha preceduto il compagno di Marca Nico Mueller. Nel corso dell’ultimo giro, Timo Scheider ha tamponato Robert Wickens, a sua volta finito contro Pascal Wehrlein, che occupava la sesta posizione. Le due Mercedes sono finite nella sabbia della curva Rauch. Il precedente capoclassifica Wehrlein non ha così marcato punti. Grande soddisfazione per i rookie Mercedes Lucas Auer e Maxi Goetz, che hanno chiuso rispettivamente in settima ed ottava posizione. Davvero magro il bottino della BMW, che aveva spopolato nel precedente appuntamento di Zandvoort. Tutte le vetture della Casa di Monaco sono rimaste fuori dalla zona punti. Il prossimo appuntamento stagionale sarà al Moskow Raceway il prossimo 30 agosto. Qui potete leggere il resoconto di gara 1 Ecco il video del tamponamento con cui Timo Scheider ha messo fuori gioco Robert Wickens e Pascal Wehrlein: