F.Renault 3.5, Le Mans gara 1: Rowland, 1 punto per essere campione

F.Renault 3.5, Le Mans gara 1: Rowland, 1 punto per essere campione
Il pilota inglese centra il settimo successo stagionale e ipoteca il titolo

Redazione

26 settembre 2015

di Massimo Costa Oliver Rowland è un tritasassi. Nella penultima prova del campionato Renault 3.5 a Le Mans, il pilota inglese del team Fortec ha realizzato l’ennesima pole, la sesta su quattordici qualifiche, vincendo poi con autorità gara 1 (settimo successo). Ma non è stato facile. Matthieu Vaxiviere, suo unico antagonista per il titolo, partito terzo ha scavalcato Egor Orudzhev al 2° giro poi si è avventato su Rowland. Il duello è stato da incorniciare, finché il francese ci ha rimesso un pezzetto di ala in un contatto ravvicinato. Vaxiviere ha così perso un po’ di terreno e si è dovuto guardare da Orudzhev. Il russo ha tentato più volte di infilare il pilota del Lotus Charouz, costringendolo anche ad allargare. Vaxiviere però, ha esagerato con i track limits non rispettati ed è stato penalizzato di 10” crollando da secondo a decimo nella classifica finale. Un vero disastro per lui perché ora Rowland ha 260 punti contro i suoi 186. Ovvero, 74 punti di vantaggio con 75 punti ancora da assegnare. Morale: a Rowland di fatto manca un solo punto per essere l’erede di Carlos Sainz. Secondo ha così concluso Orudzhev mentre sul terzo gradino del podio è andato Tom Dillmann. Notevole il recupero di Aurelien Panis, quinto dopo essere partito dalla nona piazzola mentre Yu Kanamaru, soltanto alla sua seconda prova in Renault 3.5, ha concluso in un incredibile sesto posto scattando dalla sesta fila.

  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi