Continua nel suo ottimo momento di forma Simon Pagenaud. Il francese del team Penske ha conquistato sul tracciato stradale dell'Indianapolis Motor Speedway la pole position per il quinto round della IndyCar Series 2016 senza lasciare spazio ai rivali nella sessione decisiva. Pagenaud ha approfittato appieno di un errore del compagno e rivale Will Power che, dopo aver segnato il record della pista in Q1, ha toccato il muro in Q2 chiudendo dodicesimo.

Secondo si è piazzato Charlie Kimball, unico alfiere del team Ganassi in Q3 e alla miglior qualifica in carriera. Sembrano aver portato buoni frutti i nuovi motori aggiornati portati dalla Honda ed installati su diverse vetture (quelle che avevano raggiunto i chilometraggi minimi di sostituzione). Graham Rahal ha conquistato la seconda fila, perdendola tuttavia quando la sua vettura è stata trovata sottopeso, ma anche James Hinchcliffe, che ha ereditato il terzo posto, e Jack Hawksworth, si sono piazzati in Q3. Da segnalare che un altro dei “Fast Six”, Josef Newgarden, ha pagato l’eccessiva leggerezza della vettura, venendo retrocesso a fondo griglia.

Fuori in Q2 invece Juan Pablo Montoya e Scott Dixon, rispettivamente ottavo e nono. Tra i piloti KO nel primo segmento Ryan Hunter-Reay, comunque miglior rappresentante di un team Andretti in crisi, oltre ad Helio Castroneves e… Gabby Chaves. Il colombiano, che ha soffiato nei giorni precedenti all’evento il sedile nel team Coyne a Luca Filippi, partirà ventitreesimo alle spalle del compagno di casacca Conor Daly.

Nel frattempo, da sottolineare l’annuncio, fatto a margine delle prove, del ritorno della serie a Watkins Glen. Il tracciato dello stato di New York sostituirà in calendario l’evento di Boston, in programma per il 4 settembre ma recentemente cancellato.