E' stata una vera battaglia quella che è andata in scena Bristol. Sulla pista del Tennessee, col suo mezzo miglio di lunghezza e i grandi banking in cemento, Kyle Larson è sopravvissuto a una lotta a quattro che ha coinvolto anche il suo compagno di colori Chase Elliott, Denny Hamlin e Kevin Harvick. La corsa si era articolata nel segno di Larson e Hamlin, che si sono sfidati per gli stage intermedi vincendone uno a testa.

Hamlin è però caduto vittima di una sportellata proprio nella bagarre con Larson. Il pilota del team Gibbs è stato costretto a soffrire per gli ultimi 100 giri e costretto ad accontentarsi del nono posto. Nel quadro hanno però fatto irruzione Harvick e Larson, che hanno duellato per la testa e sembravano destinati a giocarsela all'ultimo.

Elliott e Harvick: sportellate e quasi rissa

Harvick però, durante un doppiaggio, si è toccato con Elliott, "appoggiandosi" al campione in carica che ha riportato una foratura finendo sotto di due giri. Elliott comprensibilmente non ha apprezzato, e ha continuato la propria gara da doppiato finché Harvick l'ha raggiunto. A quel punto, ha tenuto la sua traiettoria tenendo un ritmo abbastanza alto da impedire al rivale il sorpasso. In pratica, ha disturbato Harvick in modo inappuntabile.

Larson, che era passato secondo, si è riportato in scia al californiano dello Stewart-Haas Racing e, quando quest'ultimo ha provato una linea più "creativa" perdendo la pazienza, si è buttato all'interno. Harvick, furioso per lo scacco subito, l'ha bussato con forza, senza però riuscire a far perdere la posizione all'avversario. Elliott poi ha facilitato il sorpasso a Larson, che ha completato in tranquillità l'ultimo giro. Harvick, secondo ma comunque qualificato al prossimo round dei playoff, ha fermato Elliott in pit-lane e i due sono quasi venuti alle mani.

Byron alla riscossa

A rimarcare comunque la buona prova di Harvick, il fatto che sia stato l'unico a rompere il dominio Hendrick-Penske-Gibbs, che hanno portato tutti i propri piloti al turno successivo.

Al terzo posto, William Byron ha centrato a sua volta il passaggio del turno, recuperando dopo due appuntamenti difficili. Come lui Ryan Blaney, Alex Bowman e Brad Keselowski. Top-10 per Martin Truex, Erik Jones e Hamlin, oltre che per Matt DiBenedetto. Fuori dai giochi Kurt Busch, autore di un diciannovesimo posto, Aric Almirola, fermato da una perdita d'olio, Tyler Reddick e Michael McDowell.

 

 

L'ordine d'arrivo della Bass Pro Shops NRA Night Race di Bristol:

1 - Kyle Larson (Chevrolet) - Hendrick - 500 giri

2 - Kevin Harvick (Ford) - Stewart-Haas - 500

3- William Byron (Chevrolet) - Hendrick - 500

4 - Ryan Blaney (Ford) - Penske - 500

5 - Alex Bowman (Chevrolet) - Hendrick - 500

6 - Brad Keselowski (Ford) - Penske - 500

7 - Martin Truex Jr (Toyota) - Gibbs - 500

8 - Erik Jones (Chevrolet) - Petty - 500

9 - Denny Hamlin (Toyota) - Gibbs - 500

10 - Matt DiBenedetto (Ford) - Wood Brothers - 500

Classifica iniziale del 2° turno di playoff:

1. Larson 3059; 2. Truex 3029; 3. Hamlin 3024; 4. Blaney 3024; 5. Kyle Busch 3022; 6. Elliott 3021; 7. Bowman 3015; 8. Byron 3014; 9. Logano 3013; 10. Keselowski 3008; 11. Bell 3005; 12. Harvick 3002.