Entra nel vivo la 24 Ore di Daytona 2020. Le qualifiche hanno scritto una griglia di partenza che vede il team Joest piazzare due macchine nelle prime tre posizioni. Il miglior tempo è della Mazda di Jarvis-Nunez-Pla, in 1’33”711, davanti alla Acura dell’equipaggio Montoya-Pagenaud-Cameron, team Penske a 4 decimi dalla prestazione siglata da Oliver Jarvis.

L'abitudine alla pole

E’ una sensazione incredibile sebbene diversa. Lo scorso anno c’era tantissima emozione e aspettative, dopo un 2018 difficile. Riuscire a vincere 3 corse ha cambiato le prospettive su questa stagione, è un approccio più pragmatico ma non vuol dire che non ci sia ancora emozione”, ha commentato Jarvis, con il prototipo Dpi Mazda un anno fa a girare in 1’33”685, tempo della pole.

Nell’ultimo turno di libere, però, sono state le tre Cadillac a dettare il passo, mentre Mazda non ha preso parte alla sessione per un cambio di motore programmato.

In Classe LMP2 è il team Mathiasen a precedere DragonSpeed, Ben Keating – sulla #52 in coppia con Boulle, Abry, Trummer – ha girato in 1’37”446.

GTLM, Porsche davanti alle Corvette

Passando alle GT, Porsche in GTLM mette entrambe le 911 RSR davanti. Nick Tandy – sulla #911 con Makowiecki e Campbell - fa 49 millesimi meglio di Bamber-Vanthoor-Jaminet, poi le due Corvette, al debutto con la C8.R a motore posteriore centrale, staccate di 3 decimi con Garcia-Taylor-Catsburg e 6 decimi con Gavin-Milner-Fassler.

F1, Ferrari 2020: le ipotesi su come sarà

“Non potevamo chiedere un risultato migliore in qualifica. Entrambe le macchine sono in prima fila in GTLM, la nuova 911 RSR ha evidenziato il grande potenziale velocistico alla sua “prima” in nord America, come già visto nel WEC”, le parole di Pascal Zurlinder, direttore GT Motorsport Porsche.

Settimo crono di classe per la Ferrari 488 GTE del team Risi Competizione, con Calado-Pier Guidi-Serra-Rigon.

GTD, Lamborghini c'è nelle libere

In Classe GTD è ancora una Porsche a dettare il ritmo, con la 911 GT3 R di Plaff Motorsports a girare in 1’45”237 davanti alla Ferrari 488 GT3 di Scuderia Corsa, 4 decimi più lenti MacNeil-Vilander-Westphal-Balzan. La pattuglia Lamborghini piazza il quinto crono con il team Grasser, l’equipaggio Heistand-Schothorst-Perera-Costa è a 8 decimi dalla pole di Olsen-Robichon-Kern-Pilet. Lamborghini a ridurre sensibilmente il gap nell'ultima sessione di libere.

Tutti i tempi delle qualifiche a Daytona