Temperature estive e tanto pubblico per il weekend del TCR Italy sul circuito romano di Vallelunga, dove è andato in scena il penultimo round della stagione. Due gare tirate, con due vincitori diversi: Massimiliano Mugelli su Alfa Romeo Giulietta by Romeo Ferraris in gara1 e Salvatore Tavano sulla Cupra della Scuderia del Girasole by Cupra Racing in gara2. Una vittoria dal sapore particolarmente dolce per il pilota siciliano, perché gli consente di chiudere matematicamente i conti per il titolo, e di aggiudicarsi il secondo tricolore consecutivo con un round di anticipo, e quindi con due gare ancora da disputare.

La stagione è stata lunga e difficile, costellata da qualche problema di troppo anche a livello personale, ma sono felice perché siamo riusciti a portare a casa un grande risultato”, ha dichiarato Salvatore Tavano a gara conclusa. “Abbiamo lavorato intensamente e questo titolo è un premio di tutta la squadra, a cui va il mio ringraziamento per il supporto tecnico, e anche umano, che mi hanno dato”, ha ribadito Tavano, che ancora una volta ha messo tutta la sua lunga esperienza da pilota su tracciati anche internazionali per poter portare nuovamente il titolo in casa Cupra.

Gara 1

Massimiliano Mugelli su Alfa Romeo Giulietta PRS Motorsport si è involato al comando dalla pole position.  Poco dopo ha ceduto agli attacchi di Enrico Bettera al volante dell’Audi di Pit Lane Competizioni, alla ricerca di punti preziosi in ottica campionato. Mugelli si è difeso bene da Matteo Greco e poi ha iniziato ad attaccare Bettera riuscendo a tornare in testa. Poi anche Matteo Greco e Jacopo Guidetti si sono portati davanti al bresciano, quarto al traguardo davanti a Tavano. Marco Pellegrini su Hyundai del team Target Competizioni è incappato in un dechappaggio che lo ha costretto ad una sosta in pitlane.

Gara 2

La seconda sfida del weekend è caratterizzata dalla griglia di partenza che inverte le prime otto posizioni in qualifica. Dopo poche curve c’è il contatto tra Max Mugelli e Marco Pellegrini: è ritiro per il forte pilota toscano. Scalvini conduce la gara per alcune tornate al volante della Cupra DSG, prima di cedere al forcing del compagno di squadra Tavano con la vettura gemella ma dotata di cambio sequenziale. Alle loro spalle Enrico Bettera è terzo davanti a Jacopo Guidetti sull’Audi di BF Motorsport, che però verrà penalizzato di 25 secondi per aver costretto Greco ad un’escursione nell’erba nelle battute finali. Greco eredita così la quarta piazza e si consolida al secondo posto in campionato. Altra battuta a vuoto per Pellegrini: la Hyundai finisce infatti nella ghiaia dopo un contatto con Guidetti nella lotta per la quarta posizione.

Trofeo DSG

Nel trofeo tricolore riservato alle vetture con cambio DSG, Eric Scalvini ha siglato ancora una doppietta, allungando in testa alla classifica di campionato. Alla fine di entrambe le gare, sul podio con lui l’austriaco Peter Gross su Cupra di Wimmer Werk e la new entry Claudio Formenti su Volkswagen Golf di Pit Lane Competizioni.

Titolo team e costruttori

Aggiudicato con un round di anticipo anche il titolo nazionale team e costruttori:  Scuderia del Girasole by Cupra Racing regala al nuovo marchio spagnolo un altro tricolore. Il team capitanato da Tarcisio Bernasconi, ha  lavorato con umiltà e grande determinazione, consapevole della forza e competitività dei concorrenti.

“Sapevamo di doverci contendere il campionato tappa dopo tappa, ogni punto sarebbe stato fondamentale, e così si è dimostrato. Non avremmo mai potuto pensare che la vittoria del titolo sarebbe arrivata con due gare d’anticipo. Dobbiamo essere felici, orgogliosi e soddisfatti del lavoro fatto, ma il Campionato non è ancora finito; dobbiamo continuare a lottare per difendere il secondo posto in classifica di Matteo Greco per chiudere in bellezza”, ha condiviso Tarcisio Bernasconi, Direttore tecnico del team ufficiale, al termine delle premiazioni a Vallelunga.

Lo scorso anno ci siamo aggiudicati un titolo importante, ancor più dato che il nuovo marchio era al suo debutto nelle competizioni. Quest’anno, replicare il titolo e chiudere il campionato con due gare d’anticipo, è la conferma non solo delle potenzialità delle vetture che contraddistinguono il marchio Cupra ma anche della grande determinazione e professionalità dimostrata da Salvatore Tavano, nostro pilota ufficiale e della squadra guidata da Tarcisio Bernasconi”, ha detto Pierantonio Vianello, Direttore Cupra in Italia.

Prossimo appuntamento per l’ultima tappa a Monza, il weekend del 19-20 ottobre, per la chiusura definitiva della stagione TCR Italy.