È stata ricca di colpi di scena la prima tappa della 34ª edizione del “Rally de la Republica Argentina”, una tappa dominata dalle Volkswagen e chiusa in testa da Latvala davanti ad Ogier. In una giornata composta da 158 km cronometrati con 4 prove tutte ricavate a nord di Cordoba, quelle di La Pampa (27 km) e Ascochinga (51,88 km) da ripetersi due volte, il pilota finlandese al volante della sua Polo Wrc ha infatti rifilato ben 18”2 al rivale transalpino passando in testa nell’ultimo passaggio sulla lunga di Ascochinga, approfittando di un problema lamentato da Ogier ad una gomma posteriore che si muoveva. Alle spalle del duo di testa, che si è equamente diviso la vittoria nelle speciali, terzo ha chiuso Kris Meeke (Citroen Ds3 Wrc) a 1’07”4, mentre sulle Fiesta della MSport Evans ed un positivo Robert Kubica seguono staccati di oltre tre minuti. Da segnalare che la tappa è stata caratterizzata da molti ritiri eccellenti quali quelli di Mikkelsen, bloccato nel quinto crono quando era terzo assoluto sulla terza VW Polo, di Hirvonen uscito di strada con la sua Ford Fiesta nella prima speciale, di Ostberg che nelle battute iniziali ha sbattuto con la sua Citroen Ds3, ed infine di Neuville e Sordo fermati nell’ultima speciale da problemi al motore della Hyundai i20 Wrc. Solo nella notte italiana si saprà se domani potranno tutti  riprendere la loro gara grazie al Super Rally. Nel Wrc 2 guida invece Al Atthiyah che ha quasi tre minuti di vantaggio sul leader della serie Protasov, mentre Bertelli si è fermato all’inizio della seconda speciale della giornata ed è 21° assoluto con Rendina che lo segue in 23ª posizione ed è secondo della Production Cup dietro il locale Alonso. Domani quando in Italia sarà pomeriggio è in programma la seconda tappa composta di 164 km cronometrati da percorrere a sud di Cordoba nella valle di Calamuchita suddivisi in due speciali da ripetersi due volte, quelle di San Agustin-Villa del Dique (40 km) e Amboy-Yacanto (39 km), a cui va aggiunta la superspeciale serale al Parque Tematico (6 km). Questa la classifica generale dopo 5 prove speciali alla fine della prima tappa: 1. Latvala (VW Polo), 1h 57m 36.3s 2. Ogier (VW Polo) +17.7s 3. Meeke (Citroen Ds3) +1m 07.4s 4. Evans (Ford Fiesta) +3m 48.1s 5. Kubica(Ford Fiesta) +3m 48.3s 6. Prokop (Ford Fiesta) +4m 12.2s 7. Mikkelsen (VW Polo) +5m19.9s 8. Neuville (Hyundai i20) +5m 36.2s 9. Al-Attiyah (Ford Fiesta Rrc) +5m 36.8s 10. Protasov (Ford Fiesta R5) +8m 22.0s Marco Giordo ANTEPRIMA: OGIER SUBITO DAVANTI Aggiudicandosi la superspeciale d’apertura di 6 km del Parque Tematico, Sébastien Ogier al volante della VW Polo R Wrc ha iniziato alla grande la 34ª edizione del “Rally de la Republica Argentina”. Alle sue spalle ha chiuso Ostberg (Citroen Ds3 Wrc) a 3”, con Mikkelsen (VW) terzo a 3”5, Hirvonen quarto a 4”1 sulla Ford Fiesta della MSport e Latvala (VW) quinto a 4”2, seguito dalle due Hyundai i 20 Wrc di Neuville a 5”4 e Sordo a 7”2. La gara in programma questo week end è lunga 405 km cronometrati, suddivisi in 14 prove speciali, con parco assistenza allestito come d’abitudine a Villa Carlos Paz, cittadina turistica 25 km ad ovest da Cordoba ricavata sulle rive del lago San Roque. Il percorso della gara, ricavato interamente nella zone intorno di Cordoba, prevede domani quando in Italia sarà pomeriggio una prima tappa lunga ben 158 km cronometrati con 4 prove tutte ricavate a nord di Cordoba, quella di La Pampa (27 km) e la lunga di Ascochinga (51,88 km) da ripetersi due volte. Nella seconda tappa in programma sabato saranno invece 164 i km cronometrati da percorrere a sud di Cordoba nella valle di Calamuchita suddivisi in due speciali da ripetersi due volte, quelle di San Agustin-Villa del Dique (40 km) e Amboy-Yacanto (39 km), a cui va aggiunta la superspeciale serale al Parque Tematico (6 km). Infine domenica la giornata finale prevede 76,78 km cronometrati con quattro prove speciali ad ovest di Cordoba verso la zona di Traslasierra, la patria del compianto Jorge Recalde, vale a dire le classiche di Mina Clavero-Giulio Cesare (22,07 km) e di El Condor-Copina (16,32 km) che nel suo ultimo passaggio sarà anche la power stage della gara. GLI ISCRITTI. Sono 40 le vetture iscritte alla prova iridata sudamericana (l’anno scorso erano 34), tra le quali spiccano 11 Wrc, vale a dire tre VW Polo, due Citroen Ds3, due Hyundai i20 e tre Ford Fiesta (MSport) ufficiali, alle quali va aggiunta la Fiesta di Prokop. Sono invece ben 12 le vetture dei partecipanti al Wrc 2 in Argentina, tra i quali figurano oltre al nostro Lorenzo Bertelli (16° assoluto nella superspeciale d’apertura) anche il leader della serie l’ucraniano Protasov e i piloti del Qatar Al-Attiyah e Al Kuwari, mentre nel gruppo di piloti sudamericani che prenderanno parte alla serie c’è da segnalare la presenza dell’esperto peruviano Fuchs. Nella Production Cup, riservata alle vetture di gruppo N, sono invece da seguire le prove dei nostri Rendina, leader della serie, che dovrà vedersela con il locale Alonso e il paraguaiano Bestand Poletti, oltre che con il toscano Linari. Questa la classifica dopo la prima speciale: 1. Ogier in 4m 51.7s 2. Ostberg +3.0s 3. Mikkelsen +3.5s 4. Hirvonen +4.1s 5. Latvala (VW) +4.2s 6. Neuville +5.4s 7. Sordo +7.2s 8. Meeke +9.3s 9. Ketomaa +9.5s 10. Fuchs +10.1s Marco Giordo