da Karlstad: Marco Giordo La seconda tappa del Rally di Svezia è appena iniziata e c'è già stato un colpo di scena: Lorenzo Bertelli si è ritirato questa mattina per protesta. Secondo il pilota del Fuckmatie' Team l'opinione dei piloti sul tema sicurezza non è stata tenuta nella giusta considerazione durante questa gara. Una decisione che sicuramente avrà degli strascichi e che evidenzia il malumore che serpeggia dietro le quinte. Questo il suo comunicato. "In questi giorni si è detto e discusso molto, ma poco è cambiato. Credo che l’organizzatore abbia fatto miracoli per far svolgere questa gara in condizioni di sicurezza non inferiori a quelle viste in altri eventi del mondiale. La ragione del mio ritiro potrà sembrare impopolare, ma spero potrà servire ad evidenziare quello che personalmente credo sia una carenza all’interno della disciplina di questo sport. La mia speranza è che in futuro la voce degli equipaggi sia presa in maggior considerazione. Mi sembra che il rally sia tra le poche discipline del motorsport (o forse addirittura l’unica) che non preveda una rappresentanza ufficiale dei piloti in attività. Mi auguro che le mie parole non siano vane e che buona parte dei miei colleghi le condividano, anche se rispetto le loro scelte. Mi dispiace che a farne le spese siano i tifosi, sponsor e team, che come me vorrebbero vedermi sulle prove". IMG_4884