Oggi in Kenya il Rally Safari è continuato con la seconda tappa composta da 132,08 km cronometrati suddivisi in 6 prove speciali, i crono di Elmenteita (14,67 km), Soysambu (20,33 km) e Sleeping Warrior (31,04 km) ripetuti due volte, tutti ospitati vicino al lago di Elementatita nelle tenute di Lord Delamaire, il padre fondatore del Kenya, con molte zebre e gazzelle che attraversavano le speciali durante il passaggio dei piloti.

Sul primo crono Neuville (Hyundai) ha subito marcato lo scratch a Elmenteita, e subito dopo gli ha risposto a Soysambu Ogier (Toyota), che poi si è ripetuto subito dopo a Sleeping Warrior dimostrando di aver capito per bene insieme agli altri driver la filosofia del Safari, visto che il ritmo era alto ma non altissimo come nella prima tappa.

Poi nel secondo passaggio a Elmenteita Ogier è stato ancora il più veloce, ma Tanak (Hyundai) gli ha prontamente replicato a Soysambu. Poi sul secondo passaggio a Sleeping Warrior un acquazzone caduto a speciale iniziata ha scombussolato le carte in tavola.

I primi tra cui Sordo (Hyundai) che ha segnato lo scratch ed il nostro Bertelli sono passati sulla strada asciutta, mentre gli altri hanno perso tempo rallentati dal fondo scivoloso. "C’era tanta pioggia all’inizio e non si vedeva niente, sembrava poi di guidare sul ghiaccio" ha detto Ogier.

Molti hanno poi avuto problemi di appannamento al vetro come è capitato a Katsuta e soprattutto a Tanak, che si è addirittura dovuto fermare in speciale perdendo alla fine due minuti per pulire il parabrezza perché non vedeva più niente. E così dopo la seconda tappa in testa alla corsa c’è sempre la Hyundai di Neuville, seguito dalla Toyota Yaris del sorprendente e funambolico Katsuta che segue a 57”4, con il grande protagonista della giornata viste le tre speciali vinte Sébastien Ogier terzo a 1’15”5, con Tanak più attardato quarto a 2’21”2, seguito al quinto e sesto posto dalle due Ford Fiesta della MSport di Greensmith e Fourmaux, con Rovanpera settimo. "Sono contento della mia gara – ha commentato Neuville a fine giornata – sapevo che Ogier era partito davanti a me e quindi nell’ultima speciale ho preso dei rischi per non perdere troppo tempo".

Il programma di domani

Domani la tappa finale sarà ricavata nella parte nord del lago di Elementatita e composta da 5 crono e da 53,49 km cronometrati. Le speciali in programma saranno quella di Malewa (9,71 km) e poi quelle ripetute due volte di Loldia (11,33 km) e Hells Gate (10,56 km), che ospiterà alle ore 12.18 italiane la power stage finale, tutta ricavata all’interno di un grande parco naturale del Kenya.

Questa la classifica del Safari Rally 2021 dopo la seconda tappa:

1. Neuville in 2h45’04”6
2. Katsuta +57.4
3. Ogier +1:15.5
4. Tänak +2:21.2
5. Greensmith +2:39.4
6. Fourmaux +2:51.4
7. Rovanpera +11:04.3